Come coltivare l’Elleboro, o Rosa di Natale: i consigli per avere una bellissima fioritura

Questa pianta fiorisce proprio tra le feste, ma bisogna conoscere alcune sue caratteristiche per coltivarla al meglio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Ohga
Video Viral 15 Novembre 2023

L'Elleboro è una pianta perenne molto diffusa. In realtà con questo termine si intende una famiglia che comprende diverse specie, ma quella più comune – sopratutto per la coltivazione invernale – è l' Helleborus Niger.

Questa particolare specie si è guadagnata il nome comune di "Rosa di Natale" proprio per la sua fioritura invernale, in particolare tra dicembre e gennaio.

É un fiore quindi adatto per le feste, e un modo per avere meravigliosi fiori (di norma bianchi) anche durante i mesi più freddi.

Come coltivare l'Elleboro

Per coltivarla al meglio è necessario avere qualche informazione in più sul suo conto. Conoscere una pianta, infatti, è il primo modo per assicurarle le cure giuste.

  1. Terreno: l'Elleboro ama i terreni poco acidi e umidi, ma mai pregni d'acqua. Per questo le annaffiature durante i mesi freddi non va bagnata frequentemente.
  2. Acqua: la Rosa di Natale teme i ristagni d'acqua, quindi come detto prima le annaffiature vanno dosate specialmente quando il clima freddo impedisce al terreno di asciugarsi rapidamente.
  3. Ombra: si tratta di una pianta che in natura si trova prevalentemente in zone fresche e ombrose, per questo se posizionata in posti troppo soleggiati potrebbe risentirne.
  4. Malattie: l'Elleboro potrebbe risentire di malattie provocate da funghi. Per questo motivo puoi applicare un fungicida naturale per proteggerla.
  5. Fertilizzante: la Rosa di Natale non richiede dosi eccessive di fertilizzanti o concimi. Sarà sufficiente applicarlo 1-2 volte l'anno; prediligendo sempre quelli a base di ingredienti naturali. Vediamo quindi cosa fare.