Come curare le piante bruciate dal sole: salva le foglie e previeni ulteriori danni

Se il sole di quest’estate ha bruciato le tue piante annerendo i bordi delle foglie, ecco alcune strategie per prendersi cura delle foglie e prevenire danni futuri.
Sara Polotti 13 Settembre 2023

Foglie secche, scolorite, bruciate ai margini: il sole, che è essenziale per la vita delle piante, può essere anche uno dei loro principali nemici. Lo è quando ricevono una luce troppo diretta: se per loro è eccessivamente forte, le foglie ne escono piuttosto abbacchiate.

Se, infatti, alcuni tipi di vegetali resistono benissimo anche sotto il sole cocente, per tanti altri il rischio è di bruciare irrimediabilmente.

Hai lasciato sul balcone o in giardino alcune di queste piante che non sopportano la luce diretta e le hai trovate tutte bruciate? Non preoccuparti: puoi ancora correre ai ripari.

Rimuovi le parti danneggiate

Come prima cosa, la parte bruciata delle foglie purtroppo non ricrescerà sana. Se le foglie o le parti delle piante sono state bruciate dal sole, è quindi importante rimuoverle delicatamente con l'ausilio di forbici o cesoie per evitare ulteriori danni. Meglio farlo alla base della foglia: questo accorgimento – che vale al pari di una potatura – incoraggia la crescita di nuove foglie maggiormente in salute.

Annaffia adeguatamente

Le piante bruciate dal sole spesso soffrono anche di disidratazione. Assicurati di annaffiare regolarmente le tue piante, mantenendo il terreno umido ma non eccessivamente bagnato. L'irrigazione al mattino presto o nel tardo pomeriggio è preferibile per evitare evaporazione eccessiva. Anche quando stanno sul balcone: se, infatti, le foglie si inumidiscono nelle ore più calde, la luce del sole poi le brucia ancora di più.

Ombreggia

Sembra scontato dirlo, ma se noti che una pianta soffre per le bruciature del sole, devi immediatamente metterla al riparo. Se non puoi spostarla (perché magari è già stata trapiantata nel terreno) prova a ombreggiare la zona con tessuti o altri strumenti.

Usa la pacciamatura

Anche la pacciamatura è molto importante, anche se protegge ciò che sta sotto al terreno. L'uso di pacciame organico come paglia, corteccia o foglie intorno alla base delle piante aiuta infatti a trattenere l'umidità, ridurre l'erosione del suolo e a mantenere una temperatura più stabile. Questo può essere particolarmente utile per le piante soggette al sole diretto quando non puoi spostarle.

E ricorda: non sono solo le piante fiorite o quelle d'appartamento a soffrire la luce diretta del sole. Anche alcune succulente e alcune piante grasse, che per quanto resistano al caldo non sopportano i raggi diretti.