Come e quante volte mangiare legumi alla settimana

I legumi sono un alimento molto salutare e importante da aggiungere alla tua alimentazione. Scopriamo insieme come si mangiano e quante volte dovrebbero comparire nella tua dieta settimanale.
Valentina Rorato 3 Dicembre 2021
* ultima modifica il 03/12/2021

I legumi sono le famose proteine vegetali e rappresentano la classe di alimenti più versatili e nutrienti. Sono a basso contenuto di grassi, non contengono colesterolo e soprattutto sono ricchi di folati, potassio, ferro e magnesio, ma anche fibre solubili e insolubili. E, soprattutto, sono un’alternativa salutare alla carne. Vediamo insieme quali sono, come si mangiano e quante volte si devono consumare!

Tipi di legumi

Molti supermercati e negozi di alimentari offrono un'ampia varietà di legumi, sia essiccati che in scatola. Puoi quindi variare tra:

  • Fagioli: categoria molto ampia, perché trovi tantissime varietà, e li puoi cucinare in zuppe, paste, ma anche in insalata.
  • Edamame: snack, insalate, sformati e piatti di riso
  • Fave: ottime in stufati e contorni
  • Ceci: sono alla base dell’hummus, ma anche di minestroni e piatti spagnoli e indiani
  • Lenticchie: puoi divertiti diversificando zuppe, stufati, insalate, contorni
  • Soia: contorni e guarnizione per insalate
Legumi

Come si preparano

I legumi secchi, quasi tutti, necessitano di ammollo in acqua a temperatura ambiente. A che cosa serve? Prima di tutto a reidratarli e poi a ridurre i tempi di cottura, che sono sempre molto lunghi. Un’altra cosa importante: questo passaggio riduce la formazione di gas intestinali, perché li rende più facilmente digeribile. Il consiglio è cambiare l’acqua più volte durante l’ammollo, che deve durare dalle 12 alle 24 ore.

Quando sono pronti da mangiare? Sono cotti quando li puoi schiacciare facilmente tra le dita o con una forchetta. I legumi in scatola non hanno bisogno di questa procedura e si aggiungono rapidamente a piatti che non richiedono una lunga cottura a fuoco lento. Assicurati, però, di sciacquarli per rimuovere parte del sodio aggiunto durante la lavorazione.

Suggerimenti per consumare più legumi

Molte persone sostengono di non riuscire a consumare più legumi, perché non sanno come prepararli e quando si possono mangiare. All’inizio abbiamo detto che sono un prodotto molto versatile, perché in realtà si sposano bene praticamente con tutto. Prova a:

  • Aggiungere le lenticchie alle tue ricette di zuppe di verdure e di cereali
  • Usare le lenticchie per fare delle polpette
  • Aggiungere i ceci o i semi di soia ai piatti saltati in padella
  • Se fai uno spezzatino prova a mettere qualche fagiolo rosso per dare sapore
  • Fare delle insalate miste mescolando legumi e cereali
  • Servire l'hummus come spuntino delizioso o come aperitivo
  • I legumi, come le lenticchie o i ceci, sono un'ottima base per hamburger vegetariani
  • Sostituire la farina bianca con la farina di legumi nelle preparazioni di base
  • Consumare pasta di legumi invece di pasta di grano

Quante volte puoi mangiare legumi

Il consiglio è di mangiare legumi tutti i giorni, se non ci riesci cerca di farlo dalle 2 alle 4 volte la settimana. La regola ottimale è rappresentata da 5 porzioni al giorno tra frutta, verdura e legumi. E una porzione equivale a 80 grammi di legumi, che equivalgono a loro volta a circa 3 cucchiai colmi di legumi cotti. Per ricordati di mangiarli prova a sostituirli con la carne tutte le volte che riesci.

Fonte | Fondazione Veronesi

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.