Come far seccare il mazzo di mimose che hai appena ricevuto per la Festa della Donna

Se hai ricevuto delle mimose per la Festa della Donna, puoi conservarle a lungo seccandole e utilizzandole poi da sole o per una composizione di fiori secchi per decorare casa: ecco come fare.
Sara Polotti 8 Marzo 2021

Seccare i fiori è una buona pratica ecologica perché permette di decorare gli ambienti evitando di comprare sempre fiori freschi e recisi. Inoltre, è un ottimo metodo per conservare fiori ricevuti in occasioni particolari e speciali, come il bouquet del matrimonio o quello ricevuto per il compleanno.

Anche il mazzetto di mimose per la Festa della Donna è molto grazioso, e invece di farlo appassire in pochi giorni puoi decidere di farlo seccare per conservarlo a lungo e per decorare una stanza con un punto di giallo. Rispetto agli altri fiori, tuttavia, la mimosa presenta una struttura particolare, senza petali ma con tanto polline e tanti piccoli pelucchi che potrebbero andare qua e là.

Ecco quindi tutto quello che devi fare per far seccare le mimose della Festa della Donna, mantenendone la forma ed evitando che perdano polline e peletti gialli.

Occorrente

  • Il mazzetto di mimose
  • Un pezzetto di spago
  • Una forbice
  • Un chiodo o un appiglio
  • Della lacca ecologica

Procedimento

  1. Togli le mimose dalla carta o dalla plastica in cui erano avvolte.
  2. Taglia le foglie più basse e tieni quelle più carine e ben tenute.
  3. Con un pezzetto di spago, avvolgi il mazzetto (a metà dei gambi) e chiudi bene con un fiocco.
  4. Appendi ad un chiodo il mazzetto, a testa in giù, e lascialo seccare per un paio di settimane, al riparo da luce diretta e vento.
  5. Una volta seccato, capovolgilo a testa in su, infilalo in un piccolo vaso e spruzza abbondante lacca ecologica, in modo che non perda pelucchi.