Come mai ti capita spesso di avere una narice otturata?

Una sensazione che potresti aver provato spesso e che, al contrario di quello che si pensa, è provocata da un fenomeno che esiste davvero. Vediamo cosa accade al tuo naso.
Dott. Albert Kasongo Medico vaccinologo
15 Febbraio 2022 * ultima modifica il 15/02/2022

Ti è mai capitato di accorgerti di avere una narice più libera rispetto all’altra? Te ne renderai conto soprattutto quando sarai raffreddato. Questo fenomeno esiste davvero e prende il nome di ciclo nasale.

Il ciclo nasale

Cos'è

Il ciclo nasale consiste nell’alternanza di congestione e decongestione che avviene a livello delle cavità nasali. Questa congestione (otturazione) è fisiologica e avviene in seguito dell’attivazione, da parte dell’ipotalamo, di una metà del sistema nervoso autonomo. Ci permette di poter respirare alternativamente da una narice rispetto a un’altra. Il passaggio da una narice all’altra avviene più o meno ogni 3 ore.

Le cause

Ma perché avviene tutto questo? Le cause fondamentali sono due:

  1. Flusso d’aria più lento: questo permette a molte sostanze di trovare le condizioni ideali per poter essere analizzate. Il lento passaggio d’aria attraverso la narice permette ai nostri recettori di poter sentire e processare al meglio la sostanza che sta attraversando la nostra cavità nasale. L’altra narice, di contro, avendo un flusso d’aria più rapido, permetterà ad altri tipi di sostanze di avere le condizioni ideali per poter essere processate.
  2. Protezione: bisogna partire dal presupposto che un flusso d’aria costante e rapido potrebbe danneggiare le mucose e le ciglia. Rallentare il flusso d’aria permetterà alle cavità nasali, alternativamente, di potersi riposare ed esporre meno la zona a eventuali irritazioni o danneggiamenti.

Questi sono i meccanismi fisiologici che il nostro corpo mette in atto per essere il più efficiente possibile.

I rimedi

Dal canto nostro possiamo effettuare una buona igiene quotidiana per mantenere la zona pulita e funzionante e dobbiamo evitare di fumare o inalare sostanze irritanti e dannose per conservare al meglio la mucosa e i peli.

Questo avviene in condizioni fisiologiche, in assenza di patologie. Esistono, ovviamente, anche patologie che possono compromettere la nostra respirazione come ad esempio setti nasali deviati o malattie da raffreddamento. In queste situazioni è necessario recarsi dal medico che ci saprà indicare la strada migliore per risolvere la situazione.

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari, ha maturato esperienza in numerosi ambiti collaborando con diverse altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.