Come pulire i tappeti di casa in maniera naturale ed ecologica

I tappeti sono un ricettacolo di polvere, germi e batteri: fai attenzione quindi alla loro pulizia periodica! In maniera sostenibile: ecco il metodo naturale più efficace.
Sara Polotti 24 Novembre 2021

Ogni quanto pulisci i tappeti di casa? Al di là della frequenza, ciò a cui devi fare attenzione sono gli strumenti e gli ingredienti che utilizzi per farlo. Spesso, infatti, i prodotti in commercio sono parecchio inquinanti e poco sostenibili.

Ci sono però alcuni metodi, come quello che troverai qui e che prende spunto dall'esperienza del chimico Zago, che risultano essere decisamente meno impattanti sull'ambiente e che sono allo stesso tempo più sicuri e naturali.

Ecco quindi come pulire i tappeti in maniera naturale.

Come pulire i tappeti in modo naturale ed efficace

Usa il percarbonato

Per pulire in maniera naturale i tuoi tappeti puoi realizzare una polvere da spargere tra le fibre, che in seguito puoi rimuovere con l'aspirapolvere. Ma andiamo con ordine.

Per prima cosa, acquista del percarbonato e dell'argilla terre de Sommiers, quindi mescolali insieme (in percentuale 50/50). Metti la polvere ottenuta in un sacchetto con dei piccoli fori, quindi spargila sul tappeto che vuoi pulire, facendo penetrare bene in tutti i fili e fibre aiutandoti anche con una spazzola.

Lascia agire (la polvere igienizzerà il tappeto), quindi dopo circa un'ora aspira tutto.

Perché proprio il percarbonato?

Il percarbonato altro non è che la soda Solvay (o il carbonato di sodio) con l'aggiunta della cristallizzazione di una molecola di acqua ossigenata. Quando unito all'acqua (ad almeno 40 gradi) questo composto libera l'ossigeno.

Il suo ruolo? Igienizzare e sbiancare (il bucato), ma anche pretrattare le macchie. E anche quando è utilizzato da solo, senz'acqua, svolge un'azione antibatterica e igienizzante.

Quale acquistare

Il percarbonato giusto per la pulizia di casa (e anche quella dei tappeti) deve contenere il Tetra Acetyl Ethylene Diamine, o Taed: si tratta di un attivatore che permette il rilascio di ossigeno anche a temperature più basse. In questo modo potrai usarlo anche per il bucato.