Come replicare la peperomia (o pilea) tagliando una talea: il risultato è affascinante

La peperomia è così bella che non te ne basterà una. Invece di comprarne più esemplari, coltivane uno tu a partire da una talea! Ecco come.
Sara Polotti 23 Gennaio 2022

La Peperomia, o Pilea, è una delle piante più cool degli ultimi anni: non richiede una cura eccessiva (beve abbastanza poco, circa una volta ogni due settimane in estate e ogni venti giorni in inverno), è rigogliosa, la troviamo con diverse foglie ed è particolarmente graziosa.

Il bello di questa piantina d'appartamento è che, quando cresce sana, puoi tagliarne qualche foglia per ottenere nuovi esemplari. In altre parole: tagliando le talee della pilea, potrai "creare" da zero altre piante, per riempire casa tua o da regalare a chi tieni.

Ecco come! Il procedimento è davvero semplicissimo.

Occorrente

  • Una piantina di peperomia o pilea
  • Forbici
  • Un vasetto di vetro (riciclane uno della passata di pomodoro o di una marmellata)
  • Un vaso
  • Del terriccio
  • Argilla espansa
  • Un cucchiaio

Procedimento

  1. Scegli un ciuffo rigoglioso della peperomia e taglialo.
  2. Riempi il vasetto di acqua.
  3. Appoggia la talea che hai tagliato nel vasetto, avendo cura che lo stelo tocchi l'acqua.
  4. Cambia l'acqua una volta a settimana.
  5. Nel giro di qualche settimana, la talea comincerà a gettare le radici. A questo punto, non riempire il bicchiere, ma cambia l'acqua solo ogni tanto e lascia che le radici "scendano" a cercarla. 
  6. Quando le radici saranno cresciute, potrai rinvasarla: spargi un centimetro di argilla espansa sul fondo di un vaso, riempi con del terriccio aiutandoti con un cucchiaio e appoggia la peperomia, quindi copri le radici con altro terriccio.