Compostiera in terrazzo: come costruirla per riciclare gli avanzi e produrre fertilizzante

Il terrazzo è il luogo ideale per tenere la tua compostiera, che puoi addirittura costruire con del legno di recupero mettendo in campo un poi di fai da te: comincia a riciclare gli scarti della tua cucina con questo utilissimo strumento casalingo.
Sara Polotti 25 Marzo 2021

Possedere una compostiera è un'ottima idea, poiché questo strumento permette di riciclare in maniera casalinga gli scarti della cucina, ottenendo del terriccio fertile davvero utile per l'orto o per le piante del terrazzo e del giardino. Non serve, tuttavia, che tu abbia uno spazio esageratamente grande come può essere un angolo dell'orto. E non serve che abiti al piano terra vicino al giardino. La tua compostiera fai da te può essere collocata in terrazzo, spazio molto comodo perché esterno ma vicino alla quotidianità.

Ecco quindi tutti i passaggi per costruire una compostiera fai da te da terrazzo in legno riciclato per riutilizzare gli scarti della cucina.

Occorrente

  • Legno di recupero (quattro pareti più una base, della dimensione che preferisci, e quattro paletti)
  • Viti
  • Avvitatore
  • Bolla
  • Viti fisher
  • Trapano
  • Un sacchetto nero di plastica per la spazzatura
  • Un sottovaso lungo
  • Foglie e rametti

Procedimento

  1. Avvita le quattro pareti e la base della tua compostiera ai quattro paletti verticali, ottenendo una sorta di scatola.
  2. Appendi la scatola ad una parete del terrazzo (non esposta alla pioggia), sollevata da terra di almeno qualche centimetro, fissandola con il trapano e i chiodi Fisher e aiutandoti con la bolla per mantenerla dritta.
  3. Bucherella con il trapano le pareti e il fondo, in modo che possa passare aria all'interno.
  4. Prendi il sacchetto nero di plastica, bucherellalo aiutandoti con una vite e appoggialo nella scatola, facendolo aderire bene.
  5. Riempi il fondo con dei rametti secchi, quindi appoggia uno strato di foglie secche.
  6. Sul pavimento sottostante sistema un sottovaso lungo, in modo che possa raccogliere ciò che la compostiera lascia andare (e in modo da poterlo lavare).
  7. Comincia ad utilizzare la compostiera, riempiendola con gli scarti di cucina tagliati finemente (cibi crudi vegetali, fondi di caffè e bucce) e, ogni tanto, pezzetti di carta cucina.
  8. Dopo sei mesi, raccogli il compost e utilizzalo come fertilizzante per le tue piante.