Conosci le proprietà cosmetiche della clorofilla?

Se non indicato espressamente, le informazioni riportate in questa pagina sono da intendersi come non riconosciute da uno studio medico-scientifico.
La clorofilla è il pigmento verde responsabile della fotosintesi nelle piante e sembra essere anche un elisir di bellezza per la pelle. Qui trovi le sue proprietà, i benefici e ovviamente le controindicazioni!
Valentina Rorato 25 Gennaio 2022

La clorofilla sta vivendo un momento di grande popolarità, perché si è conquistata di diritto un ruolo tra i principi attivi cosmetici. Molte persone famose hanno ammesso che berla perché convinte che possa far bene alla pelle, soprattutto se a tendenza acneica. Hai mai provato? E soprattutto è vero o è la solita moda passeggera con numerosi effetti collaterali?

Che cos’è

La clorofilla è il pigmento verde che dà il colore alle piante. È una molecola vegetale essenziale per la fotosintesi, il processo in cui le piante ottengono energia dalla luce e la trasformano in ossigeno. Clorofilla è dunque sinonimo di vita, perché è essenziale sia per la salute delle piante sia per la sopravvivenza dell’uomo. Ma può essere utilizzata per migliorare la bellezza del corpo?

Proprietà cosmetiche

La clorofilla racchiude diverse proprietà cosmetiche, non a caso sta trionfando come principio attivo in creme, saponi e integratori. È un potente antiossidante con capacità sia antinfiammatorie sia antibatteriche che fornisce eccellenti benefici per la salute.  Inoltre, è ricca di vitamine A, C, E e K, che svolgono tutte un ruolo importante per far apparire la pelle radiosa, ringiovanita e più tonica. Può ridurre visibilmente la comparsa di macchie scure, linee sottili e rughe, che sono spesso il risultato dei danni del sole, e stimolare la produzione di collagene.

Il magnesio è un componente chiave nella composizione molecolare della clorofilla. Bassi livelli di magnesio sono correlati con la pelle secca, pruriginosa e infiammata, mentre livelli più elevati aiutano a immagazzinare correttamente l'ossigeno nelle cellule e di conseguenza a rendere la tua cute più tonica e nutrita. Per tutti questi motivi sono sempre più popolari i saponi antibatterici, gli unguenti e le creme contenenti clorofilla. Ma se stai cercando di ingerire clorofilla come parte della tua routine quotidiana di benessere, punta soprattutto sulla dieta. Prova a fare scorta di spinaci, broccoli, cavoli, asparagi e fagiolini o puoi anche bere acqua infusa di clorofilla. Quindi, il segreto di bellezza è sì, quello di usare cosmetici per la pelle, ma soprattutto assumere con l'alimentazione (o al massimo qualche integratore) questa molecola.

Controindicazioni

La clorofilla fa bene alla pelle, ma non è priva di controindicazioni. Questa sostanza non è tossica, ma se hai deciso di assumerla per via orale, potrebbero esserci possibili effetti collaterali come problemi digestivi, diarrea e scolorimento delle feci. Potresti avvertire anche mal di stomaco e crampi.

Essendo poi molto sensibile alla luce, potrebbe interferire con i farmaci che causano fotosensibilità, aumentando il rischio di ustioni, formazione di vesciche o eritemi lì, dove la tua cute è più esposta al sole. Inoltre, se la tua pelle è molto chiara si consiglia l’applicazione di un fattore protettivo molto alto (SPF 50). Non ci sono poi prove che non sia sicura in gravidanza e in allattamento. Nel dubbio, meglio evitarla in questi periodi della vita.