Continua la lunga marcia del “Club Jumbo”, i 15 elefanti diretti verso il Nord della Cina

In viaggio dal Sud al Nord della Cina, 15 elefanti asiatici selvatici hanno percorso già 500 km diventando quasi delle celebrità sul web. Monitorati costantemente nei loro spostamenti dalle autorità, gli elefanti sono sotto la protezione nazionale, in quanto considerato una specie a rischio di estinzione.
Gaia Cortese 11 Giugno 2021

In viaggio dalla scorsa primavera, hanno percorso circa 500 km attraversando foreste, corsi d’acqua, strade e addirittura villaggi abitati. Un branco di 15 elefanti asiatici selvatici (alcuni nel frattempo sono nati, mentre altri si sono ritirati dal viaggio) ha lasciato la Riserva Naturale Nazionale di Xishuangbanna, nei pressi della città di Pu'er, in Cina, per dirigersi verso le aree più a Nord.

Come è comprensibile, l'insolita migrazione ha attirato l’attenzione (e generato anche un po' di preoccupazione) di tutta la popolazione della provincia cinese dello Yunnan, oltre a lasciare con il fiato sospeso il popolo del web che segue il loro incredibile viaggio attraverso i video pubblicati sui social, tant’è che il gruppo di pachidermi ora è noto con il nome di "Club Jumbo".

Dopo aver viaggiato per circa 500 km dalla loro foresta, i 15 elefanti hanno quindi raggiunto Kunming, il capoluogo di 8 milioni e mezzo di abitanti. Le autorità del posto hanno impiegato agenti di polizia e ogni mezzo necessario per evacuare le strade e facilitarne il passaggio, in modo che eventuali danni potessero essere ridotti il più possibile.

Nel loro passaggio nelle città e nei villaggi, infatti, i 15 elefanti hanno fatto irruzione in alcune fattorie e razziato campi coltivati, spinti dalla ricerca di acqua e cibo.

Le autorità hanno allertato quindi gli abitanti del capoluogo invitandoli a non avvicinarsi agli elefanti, non solo per evitare qualsiasi tipo di incidente, ma anche per proteggere questi animali che sono sotto la protezione statale, in quanto a rischio di estinzione.

Sotto protezione nazionale

In Cina, infatti, gli elefanti asiatici sono sotto protezione nazionale di prima classe, e compaiono nell’elenco degli animali a rischio di estinzione dalla Lista rossa delle specie minacciate dell'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN). Grazie comunque alla maggiore tutela nei confronti di questa specie, oggi la popolazione di elefanti selvatici nello Yunnan è cresciuta fino a circa 300 unità, ed è in aumento rispetto ai 193 esemplari degli anni Ottanta. Nella provincia cinese, infatti, sono state istituite 11 riserve naturali a livello nazionale o regionale per fornire rifugio agli elefanti asiatici.

Perché migrano?

La domanda che viene da porsi è: perché questi elefanti si stanno spostando da Sud a Nord? La verità è che non si conosce il motivo preciso di questa migrazione. Alcuni studiosi sospettano che la riduzione delle piante di cui nutrirsi sia uno dei motivi che ha costretto la mandria a lasciare le proprie aree protette dove, secondo lo Yunnan Forestry and Grass Bureau, numerose piante legnose non commestibili hanno gradualmente preso il posto di piante di cui gli elefanti si alimentano.