Cos’è il “Memorandum per le aree rurali” del governo Rutte. La proposta del premier olandese per ridurre l’inquinamento entro il 2030

In Olanda l’esecutivo di Rutte è in crisi a causa di una legge che prevede l’abbattimento di una mucca su tre. Le proteste degli agricoltori non si fermano e cresce il consenso per il neo movimento dei cittadini agricoltori. Ma cosa prevede il Memorandum?
Francesco Castagna 9 Agosto 2022

Se hai sentito parlare in questi giorni delle proteste in Olanda, che stanno facendo traballare il governo di Rutte, è perché nel Paese è stata proposta una legge che prevede l'abbattimento del 30 per cento delle mucche negli allevamenti.

Perché

La misura è stata pensata per ridurre le emissioni di azoto, metano e ammoniaca. Ma cosa c'entrano tali sostanze con le mucche? Questi animali, se non lo sapevi, si cibano di alimenti ricchi di azoto. Nel processo digestivo i bovini rilasciano metano attraverso i metanogeni, microorganismi che vivono in simbiosi nel loro apparato digerente.

Il letame che produrranno è soggetto a un processo di decomposizione che rilascia protossido d'azoto e la loro urina, mescolata con le feci, dà origine ad ammoniaca. Questa sostanza tramite l'azione di microbi del suolo si trasforma in ossido di diazoto. Si tratta quindi di un processo altamente inquinante a livello ambientale, che alcuni studiosi hanno anche cercato di arginare, insegnando ad alcuni bacino a urinare nelle lettiere.

La proposta di legge

Ogni Paese interviene per contrastare gli effetti del cambiamento climatico in base alle proprie disponibilità. L'Olanda di Rutte, uno dei governi più longevi del Paese, ha stabilito che dovrà essere abbattuta una mucca su tre. La misura è stata ampiamente contestata dagli allevatori e agricoltori olandesi, che protestano da settimane con per le strade dell'Olanda con i loro trattori.

"Le proteste di un piccolo gruppo di agricoltori sulle autostrade, ieri e stamattina, sono inaccettabili. Mettere deliberatamente in pericolo gli altri, danneggiare le nostre infrastrutture e minacciare le persone che aiutano a ripulire è oltre ogni limite. Segnalare eventuali minacce", così il premier Mark Rutte ha commentato il letame e i covoni incendiati per le strade dagli agricoltori.

Ma cosa prevede il provvedimento proposto dal governo? Si chiama “Memorandum per le aree rurali” e si tratta di un pacchetto di misure che serviranno a ridurre la produzione di azoto e ammoniaca del 70%. Così facendo, secondo le stime, il Paese sarà in grado di dimezzare l’inquinamento proveniente dal settore agricolo entro il 2030.

La legge prevede che la produzione d'azoto e ammoniaca dovrà essere ridotta dal -12% al -70% secondo la zona. In Olanda però a essere colpite da questi parametri sono le zone agricole, il che vorrebbe dire che almeno 17.600 aziende dovranno abbattere migliaia di capi di bestiame e circa 11.200 dovranno affrettarsi a riconvertire le loro attività o a spostarsi. Il rischio altrimenti sarebbe la chiusura dell'azienda.

Se non ne eri a conoscenza, anche l'Italia è soggetta a questa norma. Questo perché ogni Paese membro dell'Unione Europea deve seguire gli obiettivi di riduzione dell’inquinamento del programma europeo Natura 2000 per salvaguardare i siti di interesse ambientali.

A richiamare il premier Rutte al dialogo è la deputata Caroline van dar Plas, che ha chiesto di sospendere il Memorandum e  un incontro tra le istituzioni e gli agricoltori. Intanto il partito VVD di Rutte perde sempre più consensi e aumenta la percentuale di adesione al neo movimento dei cittadini agricoltori, il BoerBurgerBeweging, di Caroline van dar Plas è leader.