Cosmetici naturali e biologici: qual è la differenza?

Meglio un prodotto cosmetico naturale o biologico? Come è possibile informarsi sugli ingredienti di cui è composto o sull’origine stessa del prodotto? Orientarsi nel mondo della cosmesi naturale non è proprio semplice. Iniziamo a capire la differenza che esiste tra cosmetici naturali e cosmetici biologici.
Gaia Cortese 27 aprile 2019

Se sentendo parlare di cosmetici naturali o biologici hai un po' di confusione in testa non preoccuparti perché non è solo un tuo problema. Anzi, è piuttosto diffuso. Purtroppo sulla cosmesi naturale regna un po' il caos, perché attualmente non esiste ancora nessuna normativa ufficiale che abbia una definizione precisa sul modo di applicare le parole "biologico" e "naturale" ai prodotti cosmetici.

Per questo motivo ci sono le certificazioni private. Esistono infatti degli enti privati che hanno il compito di controllare che ogni ingrediente contenuto nel cosmetico sia conforme a determinate norme e che gli estratti botanici siano per la maggior parte bio. Per esempio, sono assolutamente vietate sostanze come la vasellina, la paraffina, i parabeni o i siliconi. In pratica le certificazioni riguardano quasi sempre l’ecobiocompatibilità.
Tra gli enti certificatori più conosciuti ci sono: ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale), CCPB (Consorzio Controllo Prodotti Biologici), AIAB (Associazione italiana per l’Agricoltura biologica), EcoCert (Ente certificatore indipendente francese, accreditato a livello internazionale, con sedi in oltre venti Paesi). Non esiste tuttavia un modello unico europeo.

Come funzionano gli enti certificatori

Solitamente un ente definisce i criteri standard attraverso un comitato scientifico indipendente, ossia quali ingredienti sono accettati o vietati; imposta le soglie minime garantite di ingredienti naturali e quelle massime di ingredienti di derivazione naturale, per ottenere la massima naturalezza possibile. In questo modo ogni prodotto accompagnato da una certificazione può dare maggiori garanzie al consumatore, spesso disorientato o non abbastanza informato al momento di acquistare un prodotto cosmetico naturale.

I cosmetici naturali

I cosmetici naturali sono generalmente quelli formulati con ingredienti derivati da estratti vegetali. Solitamente i cosmetici definiti naturali contengono al massimo il 10% di sostanze vegetali pure, a cui vengono aggiunte altre sostanze ottenute per trasformazione di sostanze vegetali, in dosi variabili.
Si può capire se un prodotto è naturale o meno dall’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), ossia la lista degli ingredienti che lo compongono secondo la nomenclatura internazionale, tra l'altro obbligatoria per legge a livello europeo. Sull’INCI troverai gli ingredienti indicati in funzione delle loro concentrazione, in ordine decrescente.

I cosmetici biologici

I cosmetici biologici, anche noti come organici, sono generalmente formulati con materie prime vegetali, provenienti da agricoltura biologica: devono quindi essere accompagnati da una certificazione valida che ne attesti la natura organica. Le materie prime con cui sono formulati devono essere estratte con metodi non inquinanti: non sono quindi ammessi pesticidi, coloranti artificiali e OGM (organismi geneticamente modificati).
Nei cosmetici biologici la percentuale di sostanze vegetali pure arriva anche al 70-90%. Difficilmente si arriva al 100%, per il semplice fatto che l'impiego di sostanze come emulsionanti o addensanti è necessario per legare i vari ingredienti tra loro. I cosmetici bio sono anche riconoscibili dal packaging, di norma realizzato al 100% con materiali riciclati o biodegradabili.

I consigli di Ohga

Quando acquisti un prodotto cosmetico (meglio se naturale o biologico ovviamente!), informati e documentati sempre sulla provenienza, sulle denominazioni e sugli ingredienti di cui è composto. Scegli sempre un prodotto sicuro e possibilmente che sia specifico per il tuo tipo di pelle e anche per la tua età. Se sei in dolce attesa devi fare ancora più attenzione a quello che usi e nel dubbio, per verificare la tollerabilità o meno ad un prodotto, fai prima un piccolo test su una piccola porzione di pelle.