Dalla cuccia al gioco di attivazione mentale: come mettere a proprio agio il tuo cane in ufficio

Oggi, 26 giugno, è la Giornata Mondiale del cane in ufficio, un’iniziativa anglosassone che vuole promuovere la presenza del proprio animale domestico nell’ambiente di lavoro, purché venga fatto seguendo queste poche regole.
Gaia Cortese 26 Giugno 2022

Verso la fine degli anni Novanta quando lo smart working era ancora un fenomeno lontano dalle logiche aziendali più comuni, veniva istituito il 26 giugno il “Take Your Dog To Work Day”, la giornata mondiale del cane in ufficio. L’iniziativa è nata in Inghilterra, ma da lì si è diffusa in diverse parti del mondo riconoscendo i benefici per gli stessi dipendenti.

Portare con sé in ufficio il proprio amico a quattro zampe, infatti, sembra possa ridurre lo stress, migliorare le relazioni tra i dipendenti e contribuire ad aumentare l’attaccamento all’azienda.

D'altronde chi non gode dello smart working è costretto a lasciare il proprio compagno a quattro zampe diverse ore al giorno a casa da solo o a ricorrere al servizio di un dog sitter o di un asilo per cani. Diversamente poter portare con sè il cane in ufficio non solo risolve problemi di questo tipo, ma permette di beneficiare sotto tutti gli aspetti della compagnia del proprio fedele animale domestico.

Come ha spiegato la Dottoressa Maria Chiara Catalani, Esperto MYLAV all'Ansa, “il cane in ufficio porta gioia, un po’ di informalità che non guasta mai e soprattutto tanto divertimento".

"Se però decidiamo di portarlo con noi al lavoro, anche se si tratta di poche volte all’anno – continua la Dottoressa -, è fondamentale rispettare alcune regole di base per evitare che Fido stia male e non viva serenamente la trasferta”.

Tra i primi accorgimenti per far sentire a proprio agio il proprio cane in un ambiente a lui non  usuale, c'è quello di dedicargli un angolo dedicato, possibilmente non di transito, dove poter posizionare la sua cuccia o la sua copertina preferita. In questo angolo di relax non dovrebbe mai mancare la ciotola per l'acqua e qualche croccantino da sgranocchiare. In alternativa  si può acquistare anche un corno di cervo che il cane possa mordicchiare per scaricare un po' lo stress o la noia.

Sempre per rendergli l'angolo più famigliare possibile, ma anche per intrattenerlo, potrebbe essere una buona idea portare al cane il suo pupazzetto preferito se ne ha uno, o acquistare un gioco di attivazione mentale, così da tenerlo occupato un po'.

Qualche raccomandazione dovrebbe essere data anche ai colleghi di ufficio che oltre a rispettare il suo riposo, non dovrebbero cadere nella tentazione di toccare o accarezzare troppo il cane.

In presenza poi di altri cani, meglio farli conoscere prima di farli stare insieme nello stesso open space, magari proponendo una passeggiata all'aperto in un'area verde in prossimità dell'ufficio.