Dove si buttano le lampadine? Come smaltirle in base al tipo

Quando ti trovi in mano una lampadina fulminata, è normale che tu ti chieda dove metterla per non danneggiare l’ambiente. Eccoti qualche consiglio per smaltire nel modo migliore possibile le tue lampadine rotte.
Sara Del Dot 5 luglio 2020

All’improvviso, il buio. Sei a casa, entri in una stanza, accendi la luce ma dopo una brevissima scintilla ti rendi conto che la lampadina si è fulminata. Così ti procuri quella di ricambio, sali sulla scala e sostituisci il dispositivo, rimanendo con un bulbo di vetro completamente inutilizzabile tra le mani. Per completare l’opera, non resta che capire dove va buttato. Non è infatti così scontato sapere dove vadano gettate le lampadine rotte, come accade ad esempio con altri materiali ben più intuitivi. A differenza di quelle che si usavano anni fa (mi riferisco a quelle a incandescenza e alogene, con il filo metallico all’interno), infatti, le lampadine odierne, come quelle a fluorescenza o led, sono quasi interamente riciclabili e possono essere conferite nella raccolta differenziata. Un loro corretto smaltimento è infatti fondamentale per non causare danni all’ambiente, dal momento che comunque non si tratta di un rifiuto “comune”.

La principale differenza di gestione dei rifiuti luminosi, in ogni caso, si basa sul fatto che si trattino di RAEE oppure no.

Cosa sono i RAEE

RAEE è l’acronimo di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Questi rifiuti hanno una loro “personale” filiera di smaltimento che è molto importante seguire, dal momento che spesso sono caratterizzati da sostanze tossiche che se venissero disperse potrebbero provocare danni ambientali molto importanti. Per quanto riguarda i rifiuti luminosi, non tutti possono essere considerati RAEE e quindi essere avviate a riciclo. Rientrano infatti in questa categoria le lampade fluorescenti compatte, i tubi fluorescenti, le lampade a scarica ad alta intensità, lampade a vapori di sodio e le lampade LED. Non rientrano nei RAEE invece le lampade a incandescenza e alogene, che non possono essere conferite nella raccolta differenziata.

Dove si buttano le lampadine nella differenziata

La prima, fondamentale cosa da sapere è che le lampadine a led e a fluorescenza NON vanno mai, assolutamente, in nessun caso gettate nel vetro né nel sacco dell’indifferenziata. Ogni lampadina va conferita in un contenitore apposito, collocato nei centri di raccolta o nelle isole ecologiche. In alternativa, è possibile consegnarle nei punti vendita di prodotti per l’illuminazione, dove verranno ritirate e conferite.

Per quanto riguarda le vecchie lampadine a incandescenza, invece, puoi buttarle nell’indifferenziato.