Erba, cioccolato, frutti di bosco: come smacchiare in maniera naturale le macchie più ostinate

Regola numero uno: intervenire con tempestività. Agire su una macchia ancora fresca garantisce più risultati rispetto a una macchia ormai asciutta. Regola numero due: sapere come intervenire. Sul banco degli imputati: erba, sangue, cioccolato, frutti di bosco e vino rosso.
Gaia Cortese 21 maggio 2019

Erba, sangue, cioccolato, vino e succhi di frutta sono solo alcuni dei nemici più acerrimi di un bucato pulito perché tendono a macchiare irrimediabilmente i capi di abbigliamento, anche dopo un lavaggio in lavatrice. Macchie che si rivelano davvero ostinate e difficili da rimuovere e che tendono a piazzarsi in bella mostra dove non dovrebbero stare. Esistono tuttavia dei metodi naturali per preparare adeguatamente questi capi "danneggiati" al consueto lavaggio ottenendo ottimi risultati una volta tirati fuori dalla lavatrice. Più che procedere con gli esempi, procediamo per macchia.

Come smacchiare con rimedi naturali

Come eliminare le macchie di erba

Sono le più frequenti, soprattutto se hai la fortuna di avere figli maschi. La prima cosa che devi fare è intervenire appena ti è possibile perché la macchia d'erba è causata dalla clorofilla e da altri composti come carotenoidi e xantofille che tendono a penetrare in profondità nei tessuti.

Se quindi devi intervenire su lino o cotone, e la macchia è ancora fresca, metti il capo in ammollo in acqua tiepida o nel latte freddo per almeno 30 minuti, senza necessità di sfregare. Se devi intervenire su un capo di lana, prepara una soluzione composta da tre parti di acqua tiepida, 2 di alcool e una di ammoniaca. Strofina delicatamente il capo e poi risciacqua con acqua e aceto. Se hai la sfortuna che il capo sia bianco metti tutto in una bacinella con un po’ di acqua tiepida e il succo di due limoni ben maturi. Lascia in ammollo 3 ore e risciacqua con acqua fredda.

Se devi smacchiare un paio di jeans, puoi usare l’aceto di mele versandone due cucchiaini sul tessuto asciutto e lasciando agire qualche minuto, oppure unire un albume d’uovo con della glicerina (in uguali quantità), trattare la macchia e poi risciacquare con mezzo bicchiere di latte freddo. Altrimenti puoi anche strofinare con energia un limone tagliato a metà e sciacquare poi con acqua tiepida; o ancora usare dell’alcool, cospargere la macchia con del talco e rimuovere tutto con una spazzola.

Come eliminare le macchie di sangue

Alle macchie di erba spesso e volentieri si aggiungono quelle di sangue perché si sa, cadendo ci si può anche far male. Niente paura. Per eliminarle bisogna agire in modo tempestivo con semplice acqua fredda, e in alcuni casi, passare sulla macchia un po' di acqua con dell'aceto bianco.

Come eliminare una macchia di vino

Basta un gesto sbagliato e sulla tovaglia compare una macchia di vino rosso pronta a lasciare un alone difficile da eliminare. Anche in questo caso, i rimedi naturali per trattare i tessuti prima del consueto lavaggio in lavatrice sono diversi. Puoi intervenire con dell’acqua frizzante che non permette alla macchia di fissarsi al tessuto; oppure puoi bagnare il tessuto con acqua tiepida a cui avrai aggiunto del sapone liquido e strofinare bene. Anche il sapone di Marsiglia fa miracoli, ma devi averlo disponibile a casa.

C’è poi il sale grosso (questo sicuramente lo hai nella tua cucina), efficace sulle macchie fresche perché grazie alle sue proprietà igroscopiche, è in grado di assorbire le macchie: bastano 30 minuti di trattamento e poi il capo può finire in lavatrice! Altro rimedio efficace è l’acqua ossigenata combinata al sapone liquido, oppure amido di mais con bicarbonato: mescolali insieme e applica uno strato della miscela ottenuta sulla macchia, lascia agire anche in questo caso 30 minuti e poi lava in lavatrice.

Se la macchia di vino è ormai asciutta puoi applicare del dentifricio e lasciarlo agire prima del consueto lavaggio. Oppure puoi usare il succo di limone: versalo direttamente sulla macchia, magari con un po’ di sapone liquido e lascia agire 15 minuti prima del lavaggio.

Come eliminare le macchie di cioccolato

Resta un mistero su come i bambini riescano a macchiarsi sempre anche di cioccolato, quando basterebbe mangiarne un pezzetto alla volta per evitarsi macchie sulle magliette e sui pantaloni. Ma di prassi non lo fanno. Per eliminare quindi anche le macchie di cioccolato dai tessuti macchiati ti occorre un mezzo bicchiere di acqua con un cucchiaio di aceto bianco: immergi nella soluzione il pezzo di stoffa macchiato e tampona la macchia. Lava poi tutto con acqua tiepida e vedrai che la macchia sarà sparita.

Come eliminare le macchie di frutti di bosco

Fragole, mirtilli, ribes e more sono senza dubbio buonissimi ma specialmente in mano ai bambini hanno il 99% delle probabilità di macchiare una maglietta. Per eliminare le macchie di frutti di bosco da tessuti come il cotone, la lana, la seta o il lino, devi bagnare con acqua fredda e succo di limone una spugna, tamponare sulla zona interessata e lasciare asciugare. Se la macchia non è sparita, c'è il piano B: applica uno straccio bagnato e copri con un tampone assorbente. Lascia riposare fino a che la macchia non viene rimossa e se necessario, mentre si assorbe la macchia, cambia il tampone; poi lava con acqua e lascia asciugare all'aria aperta.