Giornata internazionale della biodiversità 2020: i numeri sulla conservazione delle specie nei parchi

Momenti di riflessione nella Giornata internazionale della biodiversità: sono tanti i progetti di reintroduzione delle specie a rischio estinzione nei loro habitat naturali.
Alessandro Artuso 22 maggio 2020

Oggi 22 maggio si celebra la Giornata internazionale della biodiversità e insieme ai parchi zoologici facciamo il punto della situazione sulla conservazione delle specie che sono a rischio estinzione.

La Giornata internazionale della biodiversità

Questo giorno fu deciso dall'Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu) per celebrare l'adozione della Convenzione sulla Diversità Biologica. Si tratta di un momento di riflessione, ma anche discussione, riguardante l'importanza della tutela degli animali, insieme ad alcuni elementi per salvaguardare il loro habitat naturale.

Proprio per questo Legambiente ha scritto 10 proposte per il bene della biodiversità con tanto di programma decennale (2020-2030). Secondo questi dati "l'Italia è in forte ritardo nel raggiungere gli obiettivi sulla conservazione della natura. Dovrebbe invece offrire un importante contributo, rafforzando la sua legislazione sulla tutela ambientale".

I progetti

Sono 25 i progetti di conservazione che si stanno svolgendo in varie zone del mondo con l'obiettivo di reintrodurre specie estinte, o a rischio estinzione, in Europa. Anche il Parco Natura Viva di Bussolengo fa parte del progetto con tanti nascituri che, dopo la loro crescita, sono tornati nel loro mondo naturale per trascorrere il resto della loro vita in santa pace (questo è almeno l'auspicio).

Ulisse, Athena, Julo, Stelvio50, Acale, Kronos, Blu e Red sono solo alcuni tra bisonti, grifoni, gipeti e ibis eremita ai quali il Parco Natura Viva ha dato i natali e che ora si trovano nell'habitat naturale.

I 10 punti di Legambiente

Sono 10 le azioni che Legambiente ha chiesto di mettere in campo:

  1. Ridurre l'impatto climatico sulla biodiversità
  2. Incrementare le aree protette nelle zone di tutela integrale
  3. Migliorare la conoscenza e il monitoraggio della biodiversità
  4. Rafforzamento della rete Natura 200 per garantire maggiore tutela alla biodiversità
  5. Promuovere gestione integrata della costa, favorendo le aree marine protette
  6. Migliorare gli ecosistemi agricoli e tutelare l'agro-biodiversità
  7. Creare rete nazionale di boschi vetusti
  8. Contrastare azioni illecite contro le specie faunistiche e gli ecosistemi naturali
  9. Proteggere ecosistemi acquatici e combattere le specie aliene invasive
  10. Sostenere l'economia della natura, finanziando la biodiversità e investendo sulla bioeconomia