Gli usi alternativi (davvero efficaci ed ecologici!) del detersivo per piatti: li conoscevi?

Grazie ai tensioattivi contenuti, il detersivo per piatti può diventare il tuo alleato per la cura della casa, permettendoti di realizzare detergenti alternativi a quelli tradizionali, ma molto più ecologici ed economici. Ecco tutti gli utilizzi alternativi del detersivo per piatti, per diverse superfici e soluzioni!
Sara Polotti 11 Giugno 2021

Il detersivo per piatti è uno strumento davvero utile e non solo per pulire a fondo le stoviglie sgrassandole. In casa puoi utilizzarlo come base per altri saponi e per pulire tante altre superfici, perché contiene le molecole che tolgono lo sporco, ovvero i tensioattivi. Prima di utilizzarlo per altri scopi, però assicurati che sia davvero ecologico, ovvero certificato Ecolabel, in modo da essere certi che non contenga sostanze inquinanti. Se stai leggendo questo articolo, infatti, vuoi probabilmente risparmiare e creare detergenti che inquinino meno rispetto a quelli presenti sul mercato!

Ecco quindi una lista di utilizzi alternativi del detersivo per piatti che non conoscevi e che d'ora in poi, siamo certi, non abbandonerai più.

Per pulire i vetri

Il detersivo per piatti è davvero portentoso per pulire i vetri: per utilizzarlo sulle superfici come vetri e specchi basta che realizzi un detergente fai da te, magari seguendo la ricetta proposta da Mamma Chimica. Riempi una bottiglia con un bicchiere di alcool etilico, un cucchiaino di detersivo per piatti e il resto di acqua distillata (come quella piovana o quella che raccoglie l'asciugatrice), agita e utilizza la soluzione passandola sulla superficie con un panno che non lascia pelucchi.

Per pulire gli occhiali

Lo stesso principio lo possiamo applicare agli occhiali (da vista e da sole) dal momento che di vetro si tratta. Puoi utilizzare lo stesso detergente, oppure pulire con una minuscola goccia di detersivo per piatti e acqua le lenti, con le dita, risciacquando poi molto bene e asciugandoli con un panno pulito e morbido che non lasci graffi. Attenzione, però, a non farlo troppo spesso nel caso in cui le lenti degli occhiali abbiano trattamenti particolari, come quello antiriflesso.

Per pulire i sanitari

Questo detergente fai da te realizzato con il detersivo per piatti è ottimo sia sul lavello della cucina e del bagno (se in ceramica), sia per il WC, e non inquina tanto come i classici anticalcare. In questo caso mescola tre cucchiai di bicarbonato di sodio con mezzo cucchiaio di detersivo per piatti e uno di glicerina, aggiungendo acqua fino ad ottenere una consistenza scorrevole. Passa il detergente con una spugna e risciacqua bene. Lo suggerisce anche il chimico industriale Fabrizio Zago.

Per eliminare le macchie di sudore

Quando il sudore intacca gli indumenti, è davvero antipatico, sia a livello olfattivo sia a livello visivo. Per eliminare le macchie di sudore, pretrattale con il detersivo per piatti! Basta mescolarne due cucchiai con due cucchiai di bicarbonato Solvay in un po' di candeggina gentile, lasciando la macchia in ammollo. Dopodiché, procedi al lavaggio.

Per lavare pavimenti duri

Se vuoi utilizzare un detergente per pavimenti più ecologico rispetto a quelli in commercio, il detersivo per i piatti farà al caso tuo. Ma solo le il pavimento è in grès, marmo o pietra dura. Mescola in 850 grammi di acqua 120 grammi di Soda Solvay e 30 grammi di detersivo per piatti, agita bene e utilizzalo esattamente come i classici detergenti per pavimenti, senza risciacquare.