Hai trovato un cane per strada e non sai di chi è? Ecco cosa devi fare

È solo e senza proprietario, ma non sembra randagio: che fare quando trovi un cane per strada? Seguire il buon senso è una soluzione, ma se hai bisogno di indicazioni più precise leggi qua.
Sara Polotti 1 Agosto 2022

Capita molto spesso, e non solo perché proprietari irrispettosi li abbandonano, ma anche perché molti animali si allontanano dalle proprie abitazioni senza che chi li accudisce se ne accorga, ritrovandosi poi con un cane smarrito. Insomma: che fare quando ci si trova davanti a un cane da solo, per strada? Come comportarsi quando sul collare c'è un numero di telefono? E che fare quando invece non ci sono indizi di alcun genere?

Mettendo in campo un po' di buon senso e la giusta attenzione, procedi in questa maniera.

Cosa fare con i cani smarriti, soli per strada?

I pericoli

Approcciare un cane sconosciuto è sempre potenzialmente rischioso. Prima di tutto, perché non sai come reagirà: potrebbe essere impaurito e quindi aggredirti, anche se al primo impatto appare docile e innocuo. E in secondo luogo, non sai se il cane ha effettivamente un proprietario (che può averlo curato nella maniera corretta) oppure se è randagio, ma soprattutto se è sano oppure se ha in corso malattie e infezioni.

Come comportarsi

L'ideale, quindi, è adottare un comportamento di attenzione vigile. Cercando dunque di non perdere di vista l'animale, è meglio affidarsi ai professionisti competenti o alle forze dell'ordine, che prenderanno in carico la situazione nella maniera più corretta e sicura.

Se il cane fosse particolarmente docile e innocuo, o se apparisse in pericolo, si consiglia comunque di avvicinarsi (facendo attenzione) per controllare se ci siano targhette applicate alla pettorina o al collare con un numero di telefono da contattare.

A chi rivolgersi

Se sulla targhetta è presente il numero di telefono, la prima cosa da fare è provare a contattarlo.

Se invece non sono presenti numeri, i professionisti a cui rivolgersi sono due: la polizia locale, digitando il numero per le emergenze 112; oppure il servizio veterinario del canile di zona, se presente, eseguendo una veloce ricerca su Google.

Non solo ti raggiungeranno, ma ti indicheranno cosa fare nell'immediato. Dopodiché, si occuperanno loro del cane, rintracciando i proprietari anche grazie alla presenza del microchip sottocutaneo, che può essere letto da una struttura veterinaria.

Se nel giro di qualche giorno o settimana i proprietari non si facessero vivi o non si riuscissero a contattare, probabilmente il cane verrebbe accolto nel rifugio del canile locale, per essere dato in affidamento a chi lo richiedesse.