I gas serra: cosa sono, quali sono e che effetti hanno

Sono gas capaci di trattenere parte della radiazione solare nell’atmosfera terrestre. Il loro contributo è importante, ma le elevate concentrazioni in cui sono presenti oggi stanno rendendo la Terra invivibile.
Gianluca Cedolin 12 Marzo 2021

Sono ormai oltre vent'anni che sentiamo parlare dei gas serra associati alla crisi climatica: almeno da quando, nel 1997, il famoso Protocollo di Kyoto ha dato una prima regolamentazione alle emissioni di quelli maggiormente dannosi. A dire il vero, tra l'altro, sin dall'Ottocento gli scienziati hanno iniziato a occuparsi di come alcuni gas catturassero i raggi solari, e alla fine di quel secolo sono state elaborate le prime teorie sull'impatto delle sostanze prodotte dall'azione umana.

Cosa sono i gas serra

Si tratta di gas presenti nell'atmosfera capaci di catturare una parte importante dei raggi infrarossi riflessi dal sole sulla Terra e di immagazzinarli, riscaldando l'aria. Una proprietà, questa, chiamata effetto serra, che rende la temperatura della Terra adatta per abitarla. I gas serra possono essere sia di origine naturale sia di origine antropica, e il problema in cui siamo andati incontro con l'industrializzazione, sfociato nell'attuale crisi climatica, è che con la nostra attività abbiamo prodotto quantità troppo alte di questi gas, riscaldando troppo la superficie terrestre e l'atmosfera che ci circonda.

Quali sono i principali

I gas serra più conosciuti e diffusi sono il vapore acqueo, l'anidride carbonica, il biossido di azoto, il metano e i clorofluorocarburi. Il vapore acqueo è il principale responsabile dell'effetto serra, con percentuali oscillanti tra il 35 e il 70 per cento. L'anidride carbonica (CO2) causerebbe, mediamente, il 15 per cento dell'effetto serra, ed è il gas sulla cui diffusione l'impatto dell'uomo è più devastante. Il metano (CH4) influisce circa per l'8 per cento. La primaria fonte antropica di produzione di anidride carbonica deriva l'utilizzo dei combustibili fossili, ma anche la deforestazione ha un impatto notevole. Il metano invece viene prodotto principalmente dagli allevamenti e dall'agricoltura intensiva.

Conseguenze e soluzioni dell'effetto serra

L'eccessiva emissione di gas serra da fonti non naturali, come detto, ha finito con il creare uno squilibrio, rendendo la Terra non più capace di assorbirne la giusta quantità e riscaldandola. Gli effetti sono noti: scioglimento dei ghiacciai, innalzamento del livello dei mari, perdita della biodiversità, inaridimento e siccità, aumento degli eventi climatici estremi come le inondazioni. Tutto questo sta rendendo la vita sul pianeta Terra sempre più difficile. La soluzione richiede una visione chiara e a lungo termine del problema, con la transizione immediata verso un modello di produzione e sviluppo più sostenibile, dall'utilizzo di fonti di energia rinnovabili a sistemi di agricoltura e allevamento meno intensivi, fino alla tutela e alla crescita delle aree naturali.