Il Crotone Calcio cambia i suoi colori e aggiunge il… green: ai giocatori maglie realizzate con bottiglie di plastica riciclate

La società del presidente Gianni Vrenna, che oggi milita in serie A, insieme a Corepla ha messo in piedi un progetto per realizzare abbigliamenti tecnici al 100% in Pet, ricavati dalla raccolta e lavorazione della plastica.
Kevin Ben Alì Zinati 9 Aprile 2021

Rosso e blu sempre e comunque, però nei colori sociali del Crotone da oggi troverai anche un bel po’ di green: il verde sostenibilità.

La società del presidente Gianni Vrenna ha infatti deciso di far provare ai suoi giocatori una maglia speciale, realizzata interamente in poliestere, riciclando 12 bottiglie di plastica.

Tutto nasce dalla voglia di scendere in campo per dare il proprio contributo alla lotta per la salvaguardia del nostro pianeta.

Collaborando con il Polo Net Calabria e Corepla, il Conorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica, la società ha inserito la sua iniziativa nel progetto educativo "Da un mare di plastica a un mare di risorse!”: avviato nel luglio 2020, mira a sensibilizzare i più giovani sui temi ambientali e prevenire l'abbandono dei rifiuti in mare e sulle spiagge.

Per i suoi giocatori, il Crotone ha così realizzato magliette tecniche fatte al 100% in PET. Il materiale prima viene raccolto e poi trattato fino ad ottenere un filato adatto per realizzare la maglia.

Le stelle della prima squadra crotonese, da Messias a Zanellato, da Djidji a Benali con indosso le nuove maglie si sono messi in mostra sul rettangolo verde tra palleggi, acrobazie e numeri non solo calcistici.

Già, perché nel video di presentazione dell’iniziativa, Corepla ha illustrato verso quale altro destino potremmo indirizzare la plastica: con 20 bottiglie, per esempio, potremmo realizzare una coperta in pile, raccogliendone e riciclandone 32 avremmo una nuovissima giacca tecnica, se investissimo 1000 bottiglie riusciremmo perfino a ottenere un’intera cucina.

Il presidente di Corepla, Giorgio Quagliuolo, ha spiegato che quella intrapresa dal Crotone Calcio è una scelta green “che speriamo possa essere seguita anche da altre società sportive. L'obiettivo è quello di rafforzare la consapevolezza dei cittadini sul tema dei rifiuti che, se raccolti separatamente, possono rappresentare una vera e propria risorsa per l’ambiente. Auspichiamo di poter essere d’ispirazione per i tifosi, affinché assumano sempre un comportamento virtuoso e responsabile, cercando di fare una raccolta differenziata sempre più di qualità”.

Quale miglior megafono del calcio e della Serie A per coinvolgere sempre di più nella lotta per il pianeta?