Il mare più bello del 2019: ecco le località balneari su cui puntare quest’estate secondo Legambiente

Vincitore assoluto è il Cilento Antico con la sua Pollica, seguito dalla Maremma Toscana e dalla Sardegna. Quest’ultima, poi, è la Regione con il maggior numero di località premiate con cinque vele, mentre il titolo di mare più bello se lo guadagna il Tirreno. Vuoi conoscere tutte le località premiate quest’anno da Legambiente e Touring Club? Sei nel posto giusto!
Sara Del Dot 12 luglio 2019

Sardegna, Salento, Cilento, Maremma Toscana, ma anche (indovina un po’?) Trentino Alto Adige e Lombardia. Le località su cui puoi orientarti per decidere dove trascorrere le tue vacanze senza il rischio di delusione sono diverse, e anche quest’anno Legambiente, in collaborazione con Touring Club, ti dà una mano con la guida “Il mare più bello 2019”.

Frutto della storica partnership tra le due associazioni, la guida si pone l’obiettivo di fotografare la situazione delle località balneari italiane, ma funge anche da ottimo strumento di analisi e controllo sullo stato del nostro patrimonio naturale e artistico. Infatti, le varie località vengono prese in considerazione e analizzate sotto diversi aspetti, tenendo sempre sott’occhio i parametri che le rendono speciali e meritevoli di una visita più o meno breve. Dallo stato di acqua e coste fino all’accessibilità per disabili, dal patrimonio storico e culturale al livello dei servizi, “Il mare più bello” ti offre anche quest’anno la possibilità di scegliere il luogo perfetto per le tue vacanze. Quest’anno, inoltre, questa mappatura di luoghi italiani di rara bellezza presenta anche un nuovo simbolo, ovvero un parametro in più da prendere in considerazione. Nell’elenco dei 97 comprensori inseriti, infatti, è stata inserita anche la segnalazione dei Comuni plastic free. Una vera e propria novità, perfettamente in linea con la tendenza ambientalista che negli ultimi anni ha investito anche il settore turistico.

Se non hai mai consultato una di queste guide, devi sapere che la valutazione viene fatta assegnando a ogni località delle vele. Il numero di vele può andare da una fino a cinque, e la loro quantità è decisa in base a due parametri: la qualità ambientale e quella dei servizi ricettivi.

Non solo bellezza del posto, quindi, ma anche cortesia, accoglienza e sostenibilità. Perché un posto bello è bello anche per le sensazioni che ti lascia addosso quando te ne vai.

Vuoi scoprire quali sono i luoghi premiati quest’anno? Innanzitutto è bene premettere che per il 2019, il mare più premiato in assoluto è il Tirreno, su cui si affacciano ben 7 comprensori turistici a cui sono state assegnate 5 vele. Ma vediamo più nello specifico la classifica di tutte le località premiate con il maggior riconoscimento.

Il mare più bello 2019

La classifica, stilata da Legambiente, è stata realizzata considerando tutta una serie di variabili proprie di ogni comprensorio, quali:

  • Lo stato di conservazione di un territorio e del paesaggio.
  • La qualità dell’accoglienza e la sostenibilità turistica.
  • La pulizia del mare e delle spiagge, oltre alla presenza di spiagge libere.
  • La presenza di luoghi di interesse storico e culturale, musei, siti archeologici.
  • La presenza di servizi per disabili motori.
  • La messa in pratica in iniziative nel campo della gestione sostenibile.
  • La presenza di fondali interessanti per chi pratica attività subacquee.
  • La volontà di introdurre politiche plastic free sul territorio.

Tenuto conto di tutti questi diversi fattori, la classifica dei migliori comprensori italiani che si sono aggiudicati le cinque vele è:

  1. Cilento Antico (Sa), con le spiagge di Pollica, Acciaroli e Pioppi, Castellabate, San Mauro Cilento, Montecorice
  2. Maremma Toscana (Gr), con le località Castiglione della Pescaia, Scarlino, Marina di grosseto, Follonica
  3. Baronia di Posada e Parco di Tepilora (Nu), con Posada e Siniscola
  4. Litorale di Chia (a sud della Sardegna), con Domus de Maria
  5. Baunei (Nu)
  6. Alto Salento Jonico (Le), con Nardò, Gallipoli, Porto Cesareo, Racale
  7. Planargia (Or) con Bosa
  8. Costa d’Argento e Isola del Giglio (Gr), con Isola del Giglio, Capalbio, Orbetello, Magliano in Toscana, Monte Argentario
  9. Cinque Terre (Sp), con Vernazza, Riomaggiore, Monterosso al mare
  10. Pantelleria (Tp)
  11. Gallura costiera e AMP Capo Testa (Ss), con Santa Teresa di Gallura, Palau, Arzachena
  12. Costa del Mito e AMP Costa degli Infreschi e Massera (Sa), con San Giovanni a Piro, Camerota, Palinuro, Pisciotta
  13. Alto Salento Adriatico (Le), con Melendugno, Otranto e Vernole
  14. Parco agrario degli Ulivi secolari (Ba e Br), con Polignano a mare, Ostuni, Monopoli, Fasano e Carovigno
  15. Litorale Trapanese Nord (Tp), con San Vito lo Capo, Custonaci, Erice
  16. Ustica (Pa)

Le Regioni più premiate

Come regioni, la più premiata è stata la Sardegna, che conta ben cinque comprensori a cinque vele, quali:

  • Baronia di Posada
  • Gallura Costiera
  • Baunei
  • Chia con la sua spiaggia Domus de Maria
  • Planargia
Gallura, Sardegna

Anche la Sicilia però ha ottenuto le sue soddisfazioni con ben tre comprensori a cinque vele:

  • Litorale nord di Trapani
  • Pantelleria
  • Ustica

Uguale la Puglia, che si attesta seconda pari merito con la Sicilia con le sue tre località a cinque vele:

  • Parco agrario degli Ulivi secolari
  • Alto Salento adriatico
  • Alto Salento ionico

In Campania ben due comprensori vengono premiati, tra cui il vincitore assoluto di quest’anno, entrambi in provincia di Salerno:

  • Cilento Antico
  • Costa del Mito

Così come la Toscana, che vede le cinque vele assegnate alle sue due:

  • Maremma Toscana
  • Costa d’Argento e Isola del Giglio

Infine, la Liguria vede sventolare cinque vele sui tre comuni delle Cinque terre.

I laghi più belli premiati

Lago di Molveno, Trentino–Alto Adige

Nella guida delle migliori località balneari italiane, non possono mancare di certo i laghi. Perché certo, il mare è il mare, ma c’è anche chi non disdegna la possibilità di fare lunghe passeggiate estive in montagna e poi rilassarsi in riva a un limpido specchio d’acqua circondato da cime di duemila metri. Dove andare quindi per un’esperienza completamente fuori dal comune? Sicuramente, la scelta principale deve cadere sul Trentino-Alto Adige. Ma eccoti la classifica completa delle località lacustri cinque vele.

  1. Molveno, in Trentino-Alto Adige
  2. Sospirolo, in Veneto
  3. Gardone Riviera, in Lombardia
  4. Gargnano, in Lombardia
  5. Limone sul Garda, in Lombardia
  6. Riva del Garda, Trentino-Alto Adige
  7. Tignale, in Lombardia
  8. Fie’ allo Sciliar, in Trentino-Alto Adige
  9. Appiano sulla strada del vino, in Trentino-Alto Adige
  10. Massa Marittima, in Toscana
  11. Avigliana, in Piemonte

Comuni plastic free

Novità assoluta del 2019, è l’introduzione del simbolo Comuni plastic free per permetterti di scegliere anche le località più amiche dell’ambiente. All’interno della guida, quindi, è presente anche una lista di 32 località che hanno deciso di ridurre la quantità di plastica presente sul territorio, in un’ottica di maggiore sostenibilità e rispetto per le persone e per la natura in cui sono immerse.

I Comuni plastic free segnalati sono:

  • San Vito Chietino (Ch)
  • Maratea (Pz)
  • Castellabate (Sa)
  • Pollica (Sa)
  • Capri (Na)
  • Ischia (Na)
  • Sperlonga (Lt)
  • Riomaggiore (Sp)
  • Vernazza (Sp)
  • Bordighera (Im)
  • Otranto (Le)
  • Isole Tremiti (Fg)
  • Carloforte (Sud Sardegna)
  • Domus de Maria (Sud Sardegna)
  • Realmonte (Ag)
  • Capo d’Orlando (Me)
  • Taormina (Me)
  • Favignana (Tp)
  • Noto (Sr)
  • Malfa (Me)
  • Santa Marina Salina (Me)
  • Lampedusa e Linosa (Ag)
  • San Vito lo Capo (Tp)
  • Pantelleria (Tp)
  • Campo nell’Elba (Li)
  • Capoliveri (Li)
  • Marciana Marina (Li)
  • Porto Azzurro (Li)
  • Castiglione della Pescaia (Gr)
  • Follonica(Gr)
  • Scarlino (Gr)
  • Chioggia (Ve)