Il paguro scambia la testa di una bambola per una conchiglia: ecco gli effetti dei rifiuti nel Pacifico

Le immagini, riprese da un abitante dell’isola di Wake, in mezzo all’Oceano Pacifico, di un paguro che sceglie come casa una testa di bambola al posto della conchiglia dovrebbero farci riflettere su uno dei problemi globali più importanti del nostro tempo: l’inquinamento marino da plastica.
Federico Turrisi 1 dicembre 2019

Una scena incredibile, quella a cui si è trovato di fronte Joseph Cronk, abitante dell'isola di Wake, nel bel mezzo del Pacifico: la testa di una bambola si muoveva da sola. Guardando meglio però si è accorto che altro non era che un paguro. Il piccolo crostaceo aveva scambiato la testa della bambola per una conchiglia e ha così deciso di farne la sua casa.

Se il video inizialmente potrebbe farti sorridere, in realtà è il segno di un problema molto grave che interessa tutti e sta mettendo a repentaglio l'ecosistema marino. Stiamo parlando del marine litter, ossia dell'inquinamento dei mari e degli oceani provocato dalla presenza di rifiuti solidi dispersi nell'ambiente. Soprattutto plastica.