Il sapone fatto in casa con acqua, olio e soda caustica

Se ai detersivi home made hai deciso di aggiungere altri prodotti per la cura della persona, qui trovi le istruzioni per realizzare il sapone a direttamente a casa tua profumandolo con la tua essenza naturale preferita.
Gaia Cortese 6 maggio 2019

Olio, acqua e soda caustica. È quello che ti serve per fare un sapone 100% home made. Quello a cui devi fare molta attenzione è la soda caustica perché è altamente corrosiva (altrimenti la saponificatrice di Correggio non sarebbe mai passata alla storia) e ustionante; bisogna evitare accuratamente il contatto con la pelle, con gli occhi e con le mucose e tenerla ben lontana da bambini e dagli animali di casa. Ma torniamo alle istruzioni per fare il sapone in casa.

Devi procurarti un chilo di olio d’oliva, 128 grammi di soda caustica e 300 grammi di acqua distillata, oltre a diversi contenitori usa e getta e utensili da adoperare solo per la produzione del sapone. Una volta che hai i tuoi ingredienti a disposizione, indossa guanti e occhialini e mettiti all'opera.

In una pentola di metallo non antiaderente, riscalda l’olio a fuoco lento fino a raggiungere la temperatura di 60° (utilizza un termometro da pasticceria). A parte, pesa la soda caustica e l’acqua; versa lentamente la soda nell’acqua, mescola tutto bene e controlla la temperatura dell’acqua, perché tenderà a salire velocemente a 80-90°C.

Fai lentamente raffreddare fino a raggiungere la temperatura di 45-50°. Versa la miscela di acqua e soda nella pentola che contiene l’olio, mescolando affinché l’impasto sia omogeneo. Versa parte del contenuto nel contenitore di un frullatore: a questo punto, il movimento circolare del frullatore dovrebbe scatenare la reazione di saponificazione, che in genere si verifica dopo 3-4 minuti. Nel momento in cui la miscela cambierà sia colore sia consistenza, puoi aggiungere le tue essenze preferite per profumarlo e amalgamarle bene aiutandoti con un mestolo di legno.

Versa la miscela in uno stampo e copri con un materiale termo-isolante perché la soda continuerà a fare reazione con l’olio. Trascorse 24 ore, si può estrarre dallo stampo la miscela di sapone indurita, sempre utilizzando un paio di guanti per proteggere le mani. Taglia il sapone e lascialo in un luogo fresco e asciutto prima di utilizzarlo. Se scoprire se hai imparato a fare il sapone a freddo in casa, dovrai far passare almeno 4 o 5 settimane, il tempo necessario affinché il potenziale caustico della soda sia ormai esaurito.