La storia di Afroz Shah e della più grande opera di pulizia in spiaggia mai realizzata

Scioccato dalle condizioni della spiaggia di Versova (in India), sommersa di rifiuti, Afroz, che di mestiere fa l’avvocato, ha deciso di ripulirla nel suo tempo libero. Con il suo esempio è stato in grado di coinvolgere tutta la comunità locale ed è stato premiato dall’Onu come Champion of the Earth.
Federico Turrisi 12 ottobre 2019

Con il suo esempio ha ispirato una comunità intera. Afroz Shah è un avvocato indiano di Mumbai. Nel 2015 si è messo a cercare una casa sulla vicina spiaggia di Versova. “Stavo vedendo un appartamento con l’agente immobiliare quando mi sono affacciato alla finestra”, racconta, “e tra me e il mare c’era un’immensa discarica a cielo aperto”.

Oltre 5.000 tonnellate di rifiuti, questo era lo spettacolo inquietante che si presentava agli occhi di Afroz. Si è rivolto allora a un corte locale, ma senza successo. Rendendosi conto che nessuna istituzione sarebbe intervenuta, Afroz ha tolto le vesti da avvocato per indossare quelle di semplice cittadino, e nel suo tempo libero ha iniziato a ripulire la spiaggia.

La prima persona a unirsi a lui è stato il vicino di casa, un anziano di 84 anni, ma poco a poco l’esempio di Afroz ha coinvolto sempre più persone, finché la spiaggia non è stata restituita alla natura. Per questa impresa Afroz Shah è stato insignito del Champion of the Earth dall'Onu, il riconoscimento rivolto a chi si è impegnato in favore dell'ambiente.