La Via Francisca del Lucomagno: riapre il cammino che porta dal confine con la Svizzera fino a Pavia

Si può tornare a camminare all’aria aperta e quindi anche a viaggiare a piedi all’interno della propria regione. Sembra quindi il momento migliore quello che ha scelto la Via Francisca per riaprire dopo quattro anni di manutenzione. Un itinerario ricco di natura, storia e arte.
Giulia Dallagiovanna 21 maggio 2020

La fase 2 ha portato con sé molta più libertà rispetto ai due mesi precedenti di lockdown totale. Oggi ad esempio puoi fare una passeggiata all'aria aperta anche non nelle immediate vicinanze di casa tua ed è quindi un'ottima occasione per tornare a praticare un po' di attività fisica dopo settimane di pausa forzata. La buona notizia è che c'è un cammino che è stato rimesso a nuovo proprio per l'occasione. È la via Francisca del Lucomagno, che prosegue per 135 chilometri e va da Pavia al confine con la Svizzera e più precisamente a Lavena Ponte Tresa, in provincia di Varese.

Sicuramente un'immersione nella natura che ti sarà mancata in questi giorni, anche se non mancano occasioni per approfondire anche l'arte e la cultura di un territorio ricco di storia. Il percorso inizia, o termina, proprio dalla tomba di Sant'Agostino, nella Basilica di San Pietro in Ciel D'Oro.

Il tracciato è parte di quello utilizzato dai pellegrini che andavano a piedi fino a Roma e si può suddividere in otto tappe, in modo che ciascuno trovi la formula più adatta a lui. E prosegue anche oltre confine, nel Canton Ticino e fino a Costanza, la città che si affaccia sull'omonimo lago. In questo momento non potrai ancora oltrepassare la frontiera, ma non è detto che un domani non si possa guardare all'Europa dal punto di vista del turismo lento.

In ogni caso, niente paura anche se sei un principiante. Tutta la strada è mappata e attrezzata e potrai trovare facilmente la direzione giusta seguendo i segnali. Dopo quattro anni di lavori, il cammino torna al suo splendore originario e, nonostante si passi per aree altamente urbanizzate, ti permetterà di attraversare cinque parchi, monasteri, abbazie isolate e borghi storici. La soluzione giusta per viaggiare senza inquinare e anche con minor rischio di contagio.

Credits photos: Eo Ipso