L’abbraccio di due pinguini vedovi che si confortano diventa una delle foto dell’anno di Ocean Photograph

Lo scatto realizzato dal tedesco Tobias Baumgaertner ha vinto il Community Choice Award, il premio conferito dalla rivista Ocean Photograph alla foto più votata dai lettori. L’immagine ritrae due pinguini, parte di una colonia di Melbourne, che dopo aver perso i rispettivi partner hanno iniziato a incontrarsi regolarmente su una roccia dalla quale osservano le luci della città. Uno dei due esemplari allarga l’aletta sulla schiena dell’altro, quasi per dargli un abbraccio consolatorio.
Alessandro Bai 24 Dicembre 2020

Lo sguardo perso nel vuoto e un'aletta poggiata sulla schiena dell'altro, proprio come faresti per consolare un amico triste. Sono due pinguini vedovi, che sembrano confortarsi a vicenda, i protagonisti della foto dell'anno 2020 scelta dalla rivista Ocean Photograph e catturata dal fotografo tedesco Tobias Baumgaertner.

L'immagine è stata scattata a Melbourne, che ospita circa 1.400 pinguini nell'area di St Kilda Pier: due di questi, un maschio e una femmina rimasti rispettivamente privi dei loro partner morti recentemente, sono stati immortalati di spalle, uno accanto all'altra, intenti a osservare le luci dello skyline della città australiana da una roccia.

L'ala di uno dei due pinguini, allargata sulle spalle dell'altro come un braccio che avvolge il collo di una persona cara, aggiunge un ulteriore tocco di magia a uno scatto eccezionale, meritevole del Community Choice Award, ovvero il premio dato alla foto più votata dai lettori della rivista.

Tre notti per uno scatto

In realtà Tobias Baumgaertner aveva scattato la foto dei due pinguini vedovi già diversi mesi fa, pubblicandola a marzo 2020 sul proprio account Instagram e raccontandone la storia.

La colonia che abita l'area St Kilda Pier di Melbourne è composta da circa 1.400 esemplari di quelli che vengono chiamati fairy penguins, tra i più piccoli al mondo vista l'altezza media di 33 centimetri.

È un gruppo di volontari a prendersi cura di questi animali, lo stesso che, come spiegato da Baumgaertner, ha svelato al fotografo la strana abitudine di due pinguini che, dopo aver perso i propri compagni nei mesi precedenti, hanno cominciato a "incontrarsi regolarmente, confortandosi l'uno con l'altro e restando insieme a guardare per ore le luci della città vicina".

Una volta saputa la storia, Baumgaertner si è messo all'opera ma la foto ha richiesto molta pazienza: "Ho passato 3 notti intere insieme alla colonia prima di riuscire a ottenere questo scatto. Tra il non riuscire o il non essere autorizzato ad utilizzare un certo tipo di luce, i loro movimenti continui mentre strofinavano le loro pinne sulle rispettive schiene e si pulivano l'uno con l'altro, è stato davvero difficile scattare questa foto".

Stando a quanto raccontato dai volontari, l'immagine ritrae una coppia di pinguini di sesso differente: quello bianco e più vecchio sarebbe una femmina, mentre l'esemplare con le piume nere sarebbe più giovane e maschio. Senza saperlo, contemplando il proprio dolore insieme e in silenzio, hanno regalato a tante persone un motivo per sorridere alla fine di un anno complicato, nel quale, come scritto proprio dal fotografo in accompagnamento allo scatto pubblicato, "le persone veramente fortunate sono quelle che hanno la possibilità di stare con coloro che amano di più".