Lago Michigan, il salvataggio di un’aquila con 3,5 chili di ghiaccio attaccati alla coda

Un incidente dal lieto fine: un esemplare di aquila testabianca non riesce a riprendere il volo a causa della coda immobilizzata dal ghiaccio, ma viene salvata dai volontari del centro per la salvaguardia dei rapaci Wings of Wonder. Dopo le cure, l’animale è potuto tornare libero.
Federico Turrisi 20 agosto 2019

A stento credevano ai propri occhi i fortunati escursionisti che si sono ritrovati davanti a quattro esemplari di aquila testabianca atterrati sul lago Michigan ghiacciato. Tre di loro hanno ripreso subito il volo, mentre uno è rimasto a terra, in evidente stato di difficoltà: attaccato alla sua coda un blocco di ghiaccio del peso di 3,5 chilogrammi.

L'animale è stato soccorso dai volontari del centro per la salvaguardia dei rapaci Wings of Wonder (WOW). Una volta al centro di cura, il blocco di ghiaccio è stato sciolto e la coda medicata. Pochi giorni dopo l'aquila è tornata in libertà. Ad assistere al momento del suo rilascio un centinaio di persone.