L’ibisco rosa si coltiva così: fallo crescere rigoglioso seguendo queste regole

Bellissimi fiori, capacità decorativa altissima: l’Hibiscus rosa-sinensis non è più solo una pianta esotica, ma è una specie decorativa diffusissima anche da noi.
Sara Polotti 27 Ottobre 2022

L'Hibiscus rosa-sinensis, conosciuto meglio come ibisco rosa, è tra i fiori più graditi anche in Occidente, seppur la sua origine siano le zone tropicali del mondo. Ornamentale e raffinato, lo si trova anche sotto il nome di Rosa di Cina.

Ti piace? Ecco quali regole devi seguire per far sì che, in vaso o in giardino, resista durante tutte le stagioni crescendo rigoglioso e donandoti i suoi graziosissimi fiori a trombetta.

Le origini dell'ibisco rosa

Questa pianta, che esiste anche in diverse versioni ibride o semi-ibride, è originaria delle zone tropicali del mondo, ma vive bene anche in quelle temperate (con i giusti accorgimenti).

La sua particolarità? I fiori, durante la stagione in cui sbocciano, durano un solo giorno, cadendo immediatamente. Ma il bello è che l'ibisco rosa continua a sbocciare, regalando fiori per tutto il periodo più caldo dell'anno. Come si presentano? Hanno una forma di trombetta, vanno dal rosso al giallo (anche se nella maggior parte dei casi sono rosa o rossi), hanno cinque petali, una colonna staminale e diversi stami e pistilli.

Come coltivarlo in vaso

Se hai deciso di tenere il tuo ibisco in vaso, sistemalo in una zona luminosa della casa o del balcone, evitando però che i raggi colpiscano direttamente le foglie e i fiori, che si brucerebbero (vista la piccola dimensione delle piante in vaso). In inverno, invece, tienilo sempre in casa, in modo che le gelate non uccidano la pianta.

Come molte piante da fiore, l'ibisco rosa vuole parecchia acqua, soprattutto in estate, ma solo quando il terreno è del tutto asciutto, vaporizzando anche le foglie con dell'acqua.

Come coltivarlo in giardino

Naturalmente, tenendolo in giardino le sue dimensioni potranno aumentare molto, dal momento che le radici avranno più spazio per crescere e spandersi. Se lasciata crescere, questa pianta può raggiungere nelle nostre zone anche i cinque metri d'altezza, diventando un vero e proprio albero, più che un arbusto fiorito, con un fusto robusto.

Anche in questo caso, comunque, devi trovare una zona del giardino molto luminosa, che prenda raggi per diverse ore al giorno, in modo che fiorisca al suo meglio. Durante l'inverno, tuttavia, attenzione alle gelate: riparala con una pacciamatura o con gli appositi tessuti. L'ibisco rosa, infatti, è diverso dall'ibisco Syriacus, che è più resistente al freddo e che non ha bisogno di riparo.