Lucca Comics & Games 2019 è Zero Waste: anche quest’anno il festival punta alla sostenibilità

La manifestazione dedicata ai fumetti e ai videogiochi la conosciamo tutti. Forse però non sai che per il secondo anno consecutivo Lucca Comics & Games si è guadagnata il riconoscimento Zero Waste. Questo grazie a una serie di iniziative dedicate proprio alla riduzione dei rifiuti.
Sara Del Dot 28 ottobre 2019

Tra super eroi, cattivi, alieni e principesse, anche i fumetti possono trovare il tempo e lo spazio per essere amici dell’ambiente. Soprattutto quelli che puoi trovare tra le strade di Lucca durante il festival dedicato proprio al mondo dei comics, dal 30 ottobre al 3 novembre di quest’anno. Per il secondo anno consecutivo, infatti, Lucca Comics & Games si è meritata il riconoscimento “Zero Waste”, eliminando il più possibile la plastica monouso dalle proprie attività. E in che modo è riuscita a farlo?

Il carattere “zero waste” della manifestazione dedicata al mondo del fumetto, dei giochi e dei videogiochi non è certo cosa nuova. Nel 2014 erano state eliminate le cartelle stampa in formato cartaceo, digitalizzando sia i fogli sia gli accrediti. Negli anni successivi, si erano susseguite iniziative che avevano coinvolto anche e soprattutto i giovani e le scuole in un percorso di educazione ambientale.

Ma è dall’edizione 2018 che Lucca Comics & Games ha compiuto il passo decisivo, guadagnandosi l’attributo di Zero Waste (Zero Rifiuti) grazie all’impegno messo in pratica per ridurre la produzione dei rifiuti (plastici soprattutto) durante i giorni dell’evento.

Nell’edizione di quest’anno, 2019, l’impegno plastic free si è intensificato. Già l’anno scorso la lotta alla plastica monouso era stata messa in pratica grazie soprattutto alla distribuzione di 30mila bicchieri riutilizzabili. Quest’anno, il numero di questi bicchieri è aumentato di 52mila, per un totale di 82mila. Ciò significa almeno lo stesso numero di bicchieri e bottigliette monouso in meno nei cestini dei rifiuti di Lucca, e il numero virtuoso potrebbe anche aumentare. I bicchieri riutilizzabili saranno disponibili negli spazi ristoro e potranno essere riempiti all’infinito nelle fontanelle di acqua pubblica sparse per la città. Sempre nei punti ristoro, poi, sarà possibile mangiare e bere plastic free, grazie all’impiego di stoviglie e packaging biodegradabili realizzati in mater-bi, cartoncino e polpa di cellulosa, senza contare che i piatti verranno cucinati utilizzando acqua proveniente da bottiglie da litro realizzate in R-Pet, composte quindi per il 50% di plastica in seconda vita.

Ma nonostante l’intento di Lucca Comics & Games sia quello di ridurre al minimo la produzione di rifiuti, ha scelto di dedicare un po’ di attenzione anche alla gestione di questi ultimi. Così, in tutta l’area della manifestazione saranno presenti delle isole ecologiche in cui buttare tutti i rifiuti in modo differenziato, al posto di gettare tutto in un unico cestino a lato del marciapiede. Insomma, tra fumetti, videogiochi e cosplay ci sarà spazio anche per l’attenzione alla sostenibilità. Sostenibilità che speriamo coinvolga tanti altri eventi con la stessa forza.