Morto Xinxing, il panda in cattività più anziano del mondo. Aveva 38 anni

Addio al panda più longevo del pianeta: per renderti conto, 38 anni equivalgono a più di 110 anni per gli esseri umani. Portata nello zoo di Chongqing, in Cina, quando era un cucciolo di appena un anno, Xinxing era la matriarca di una grande famiglia che alla fine dello scorso anno contava oltre 150 panda giganti.
Federico Turrisi 22 Dicembre 2020

Se ne è andato lo scorso 8 dicembre a 38 anni il panda in cattività più anziano del mondo, nonché una delle principali attrazioni dello zoo di Chongqing, nella Cina centro-meridionale. Se consideriamo che l'esistenza dei panda in cattività dura all'incirca 30 anni e per quelli in natura si scende a 20, Xinxing – questo era il suo nome – si poteva considerare un esemplare molto longevo, anzi il più longevo del mondo. Se fosse stata un essere umano, sarebbe stata una nonnina di oltre 110 anni.

Già a ottobre aveva cominciato a mostrare segnali di assopimento e perdita di appetito. Le sue condizioni sono peggiorate nel giro di qualche giorno e sono sorti anche i primi problemi respiratori. Nonostante gli sforzi dei veterinari del Centro per la conservazione e la ricerca del panda gigante, Xinxing è morta dopo poche settimane. L'esame anatomopatologico effettuato sull'esemplare ha poi confermato che la vecchiaia e un'insufficienza multiorgano avevano provocato un abbassamento della concentrazione di proteine nel sangue (tecnicamente una ipoproteinemia) e una serie di infezioni che hanno interessato l'apparato digerente e quello respiratorio e l'hanno condotta infine alla morte.

Xinxing era nata nel 1982 nella contea di Baoxing. nella provincia del Sichuan, la patria dei panda giganti. In questa zona della Cina sud-occidentale si trovano le riserve naturali protette più vaste del Paese, all'interno delle quali vive circa un terzo di tutti gli esemplari di panda gigante del mondo. Quando aveva solo un anno di età, Xinxing fu portata allo zoo di Chongqing e nell'arco della sua vita ha dato alla luce più di 150 cuccioli, che ora si trovano in Cina e in altri Paesi del mondo, tra cui Stati Uniti, Canada e Giappone.