Mozzafiato e affascinanti: ecco i ponti tibetani sospesi più lunghi del mondo

Che siano tibetani (e quindi pedonali) o classici, i ponti sospesi sono pieni di fascino: ad alcune persone fanno molta paura, ma esistono da molti secoli. Ecco quali sono quelli più lunghi e imponenti al mondo.
Sara Polotti 19 Giugno 2022

Ma come fanno a star su? Ci pensano la fisica e i tiranti a far sì che questi ponti sfidino la gravità, senza utilizzare piloni in cemento armato per stare sospesi in aria. Ce ne sono di tutte le lunghezze, naturalmente, ma più lunghi sono, e più sono affascinanti.

Se ti stai chiedendo quali siano i ponti sospesi più lunghi del mondo, qui troverai una piccola guida. Che non vuole essere esaustiva (i ponti sospesi, soprattutto quelli pedonali, sono davvero numerosissimi e diffusi in tutto il mondo!), ma che può rappresentare una piccola introduzione a questa categoria di magnifiche e magiche strutture progettate e costruite dall'essere umano.

Cosa sono i ponti sospesi

I ponti sospesi sono dei particolari ponti per il passaggio di persone o automezzi che, rispetto ai classici ponti che si poggiano su piloni, rimangono "sospesi" nell'aria, appesi a strutture laterali o superiori che li rendono particolarmente affascinanti.

I ponti sospesi tibetani più lunghi

Nel mondo sono moltissimi i ponti sospesi per il passaggio di persone, detti più comunemente "ponti tibetani".

Tra quelli più lunghi troviamo il ponte Sky Bridge in Repubblica Ceca, che aprirà ai visitatori nei prossimi mesi del 2022 e che è lungo 721 metri.

Magnifico è anche il ponte pedonale di Arouca in Portogallo: lo si può attraversare visitando il nord del Paese ed è lungo 516 metri.

Ma anche l'Italia ha i suoi ponti sospesi: il più noto e affascinante, probabilmente, è il "Ponte nel cielo" che si trova in Valtellina, a Tartano, che dal 2018 detiene il record di essere il ponte tibetano più alto d'Europa. Si trova infatti a 140 metri d'altezza ed è lungo 234 metri. Ad essere collegati dal ponte nel cielo sono i due versanti della Val Tartano. E sì, si può attraversare (pagando un biglietto).

Altro pontetibetano italiano tra i più lunghi del mondo è quello sospeso della Val Brembana, che si trova a Dossena. È lungo addirittura 505 metri e corre a 120 metri d'altezza, senza tiranti laterali.

Anche quello di Castelsaraceno, in Basilicata, è notevole: è lungo 586 metri e si trova a un'ottantina di metri d'altezza.

I ponti sospesi più imponenti

Sono molto più imponenti e ingegneristicamente più complessi, ma anche questi sono ponti sospesi. Solo che la loro struttura presenta un'asse orizzontale (sui cui passano pedoni e automobile) appesa tramite dei cavi o delle strutture rigide verticali ad altri cavi principali. Questi cavi sono poi sorretti alle estremità del ponte.

Il più lungo al mondo fino al 2022 si trovava in Giappone: si tratta del ponte di Akashi Kaikyō, aperto al traffico dal 1998.

Ora, però, il record lo detiene il Ponte dei Dardanelli, aperto a Gallipoli, in Turchia. La sua campata principale è lunga 2023 metri (mentre quella del ponte di Akashi Kaikyō è di 1991).

Al terzo posto sta invece il Ponte di Yangsigang, che si trova nella città di Wuhan in Cina.

Il Golden Gate? Ora come ora, è solo al diciottesimo posto.