Non vuoi comprare la carta da parati ma vuoi un bel pattern a parete? Sfrutta le vecchie spugne!

Se ami i pattern geometrici e regolari sulle pareti ma non vuoi spendere un capitale in carta da parati, puoi affidarti alle vecchie spugne. Ma non per il classico effetto spugnato: ecco le nuove tecniche (semplicissime!) per ricreare i pattern a parete.
Sara Polotti 16 Settembre 2022

Niente carta da parati per questa decorazione murale! Un deciso risparmio, che si unisce alla filosofia antispreco. Perché per realizzare questi pattern su muro ti serviranno delle vecchie spugne e della tinta avanzata.

Prendi ispirazione da queste immagini e ricrea la tua decorazione per abbellire le pareti di casa senza spendere un capitale. La regola base è semplicissima: utilizzare le vecchie spugne come timbro, riempiendo una delle due superfici di tinta e appoggiandole con regolarità al muro.

I pattern a parete con vecchie spugne

I mattoncini

In quest'immagine puoi notare due tecniche per dipingere le pareti con la spugna formando dei pattern in stile carta da parati: la prima ti permetterà di ottenere un effetto-mattoni, appoggiando la spugna in orizzontale. La seconda darà un effetto più particolare: sfruttando il lato stretto della spugna, ecco un pattern più sottile e geometrico.

Le scale

Lo stesso principio puoi applicarlo anche agli scalini, per dargli un tocco diverso e uno stile più moderno.

Le geometrie

Tagliando con le forbici la spugna che utilizzi, puoi ricavare un timbro della forma che preferisci. Come per esempio una mezzaluna geometrica per un pattern anni Venti, oppure una stella, dei pois, un cuore, delle "V" per scheletri decorativi…

Gli esagoni

Una forma che recentemente è tornata protagonista dell'home decor, primeggiando nel mondo delle mattonelle ma anche in quello dei mobili, è l'esagono. La bella notizia è che è possibile decorare le pareti con dei piccoli esagoni utilizzando la stessa tecnica della spugna tagliata, in questa maniera.