Now, il film che racconta la storia di giovani attiviste e attivisti per il clima

Il 5 giugno, in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, è uscito nei cinema italiani Now – A film for climate justice, diretto dal tedesco Jim Rakete. Siamo stati a vederlo al Cinema Anteo di Milano.
Gianluca Cedolin 9 Giugno 2021

Se negli ultimi anni, almeno prima della pandemia, la lotta alla crisi climatica ha iniziato a diventare (finalmente) un tema di primaria importanza, lo si deve soprattutto ai giovani, a tutto quell'insieme di ragazze e ragazzi raggruppati sotto il nome di Generazione Greta. Come l'attivista svedese ha dato origine, con i suoi scioperi per il clima, al movimento globale Fridays for future, in tutto il mondo una nuova generazione di ambientalisti ha lavorato a iniziative, manifestazioni e progetti per chiedere un cambiamento dell'attuale, insostenibile modello di sviluppo e per proporre delle soluzioni alla devastante crisi climatica e ambientale che stiamo vivendo. Il documentario Now – A film for climate justice parla proprio di loro, racconta i volti e le storie dei giovani attivisti per il clima, ragazze e ragazzi che stanno dedicando la loro giovinezza a questa battaglia.

Il film è diretto dal fotoreporter tedesco Jim Rakete (al suo primo lungometraggio) e girato principalmente tra il 2018 e il 2019. Lo scorso dicembre è stato scelto come film di apertura dell'edizione invernale del Giffoni film festival. Attraverso la voce degli protagonisti, alcune immagini di manifestazioni e scioperi e i video d'archivio dei discorsi di Greta Thunberg, Now mostra come l'attivismo ambientale si declini in vari modi e che sono tante le azioni che possiamo intraprendere, tutte con un obiettivo finale comune: salvare il Pianeta, e quindi noi stessi, e garantire un futuro migliore alla Terra e alle generazioni presenti e future.

I protagonisti

C'è Luisa Neubauer, attivista tedesca di 22 anni e fondatrice di Fridays for future Germania, che accompagna Greta nei viaggi per l'Europa e organizza manifestazioni per il clima. C'è Vic Barrrett, 21enne afroamericano di New York, che da tempo sottolinea come la crisi climatica colpisca più violentemente i più deboli, e che nel 2015 ha fatto causa al governo federale per inadempienza contro la crisi climatica. C'è Nike Malhaus, 27enne tedesca che organizza azioni di protesta contro l'impiego dei combustibili fossili, occupando le miniere di carbone della Germania.

C'è Felix Finkbeiner, che ha iniziato a piantare alberi quando aveva dieci anni, dopo aver visto il documentario Una scomoda verità di Al Gore, e oggi, a 22 anni, con la sua Plant-for-the-Planet pianta un albero ogni 15 minuti nel mondo. C'è Zion Lights, 37 anni, attivista britannica portavoce degli Extinction Rebellion, un movimento di disobbedienza civile non violenta contro la crisi climatica. E c'è Marcella Hansch, 35 anni, che combatte l'accumulo di plastica negli oceani con soluzioni innovative sviluppate dalla sua start-up Everwave.

Ognuno di loro, e degli altri attivisti presenti nel film (con i cameo di Wim Wenders e Patti Smith), ha deciso che la lotta alla crisi climatica, alla perdita di biodiversità e all'estinzione di massa è la battaglia a cui dedicare le proprie energie, mentali e fisiche. In questa epocale sfida siamo tutti necessari e importanti: che sia con manifestazioni di protesta, con cause alle istituzioni o con soluzioni tecnologiche, ognuno di noi può dare un contributo. Come ha detto presentando il film Martina Comparelli, portavoce di Fridays for future Milano, «Non ci servono pochi attivisti perfetti, ma tanti attivisti imperfetti». Il documentario Now può darci sicuramente una forte ispirazione a unirci alla lotta per un futuro diverso.