Qual è il significato della peonia e come si coltiva la pianta che fiorisce solo due mesi all’anno

Oltre ad essere simbolo di amore, prosperità e fortuna, la è una pianta molto resistente e può durare molto a lungo. I suoi fiori sbocciano in tutto il loro splendore sul finire della primavera, regalando colori che vanno dal rosso rubino al rosa pallido, fino al bianco crema. Anche se la fioritura è piuttosto breve, le peonie sono così belle che vale assolutamente la pena coltivarle, anche in vaso.
Gaia Cortese 4 Agosto 2021

Per peonia si intende un genere di piante, appartenente alla famiglia delle Peoniacee, chiamato anche Bomb Flower (fiore a bomba) proprio perché produce un fiore ornamentale con un'intensità di petali tale da lasciare in trepida attesa chiunque si trovi davanti a un bocciolo pronto a esplodere.

Non sorprende, infatti, che i fiori di peonia siano utilizzati bouquet delle spose: questo accade anche per il significato, che può variare a seconda dei colori del fiore. Una peonia bianca, ad esempio, è simbolo di purezza, candore e nobiltà d'animo. È grazie a queste molteplici associazioni che le peonie sono in voga anche tra chi sceglie di farsi un tatuaggio.

La pianta di peonia può essere erbacea o arbustiva, due grandi categorie che racchiudono quasi tutte le specie esistenti, o perlomeno quelle che vengono usate come piante ornamentali, qualche volta da fare crescere anche in vaso, soluzione più adatta alle peonie erbacee. Di seguito, potrai imparare a coltivare e prenderti cura di questa pianta, dopo avere scoperto cosa simboleggiano i suoi fiori affascinanti, che sbocciano da aprile a fine maggio o inizio giugno.

Etimologia

Prima di andare a indagare i diversi significati simbolici attribuiti alla peonia, devi sapere che questo termine sembra richiamare la parola greca paiōnía, femminile dell'aggettivo paiṓnios che significa "salutare", un legame che probabilmente è dovuto all'utilizzo delle radici della peonia in ambito medicinale, allo scopo di sfruttarne le proprietà.

Significato

Come ti ho anticipato, il significato associato alle peonie dipende innanzitutto dal loro colore, che può variare dal bianco fino al giallo o al rosa.

La peonia bianca, simbolo di purezza.

Peonia bianca

Tra le varietà di peonia esistenti, quella di colore bianco è una delle più apprezzate e dal valore simbolico più forte, probabilmente per via della sua presenza in diverse leggenderacconti romantici. La peonia bianca ha origini orientali e nel continente asiatico, come accade per altri fiori con la stessa tonalità, è stata fin da subito associata alla purezza e alla nobiltà dell'animo, ma anche alla bellezza delle ragazze più giovani.

La sua diffusione in diverse parti del mondo, specialmente in Europa, ha fatto sì che si ampliasse la gamma di significati attribuiti alla peonia bianca, diventata anche simbolo di pace e prosperità, oltre che un modo per augurare a due sposi un matrimonio felice. Anche per questo, è una delle varietà più utilizzate nel bouquet della sposa.

Peonia rosa

Forse non sapevi che uno degli appellativi dati alla peonia in Europa è quello di "rosa senza spine", proprio per la sua delicatezza che ne fa un simbolo perfetto delle storie d'amore. In particolare, è proprio la peonia rosa collegata all'idea di una relazione romantica, tanto che si tratta di un fiore spesso scelto per celebrare il dodicesimo anniversario di matrimonio, quindi un'intesa duratura. Secondo l'antica tradizione cinese, poi, una coppia di peonie rosa sarebbe il dono ideale proprio per risvegliare il romanticismo assopito di un rapporto.

Quando il rosa della peonia è più tenue, poi, il fiore può essere associato anche alla timidezza o persino alla vergogna.

Peonia rossa

Quando sono di un colore rosso acceso, le peonie assumono un significato legato alla passione e all'erotismo, dato che in questo caso il fiore rappresenterebbe i genitali femminili.

Un mazzo di peonie rosse, simbolo di erotismo e sensualità.

Peonia arbustiva o erbacea

Al mondo esistono oltre 3mila varietà di peonie: sono piante molto resistenti e possono durare moltissimi anni. Si dividono in peonie erbacee o peonie arbustive (note anche come peonie arboree).

Le peonie arbustive, ideali come siepi o cespugli isolati in giardino, si caratterizzano per i rami legnosi, hanno un fogliame abbondante e tanti fiori colorati. Una delle piante più conosciute appartenenti a questa categoria è la peonia giapponese: queste specie crescono in altezza e larghezza, assumendo la tradizionale forma di un cespuglio che raggiunge dimensioni davvero notevoli.

Al contrario, le peonie erbacee hanno la parte aerea che muore durante la stagione invernale. Per fortuna non muore la pianta, difatti, le radici riescono ad accumulare le sostanze nutritive necessarie per superare la stagione invernale e tornare a fiorire in primavera. Le peonie erbacee, che solitamente sono utilizzate a scopo ornamentale, crescono orizzontalmente e mantengono sempre la stessa altezza, che non supera mai il metro.

Come coltivare la peonia

Partire dal seme per coltivare le peonie è un processo molto lungo (si parla addirittura di anni per avere una pianta con i fiori!). Meglio quindi procedere per messa a dimora, nel periodo che va da settembre agli ultimi giorni di novembre. Scava quindi una buca di almeno 5 cm, interra il tuo cespo e coprilo con un leggero strato di compost.

Posizione

Scegli una posizione a mezz’ombra, in un luogo che sia riparato dal vento. Le peonie sono piuttosto delicate e rischierebbero di essere danneggiate dalla luce eccessiva o da violente folate di vento.

Di norma le arbustive, per quanto siano estremamente tolleranti, sono più adatte a condizioni di mezz'ombra: le piante che si trovano in un luogo riparato dal sole, soprattutto nelle prime ore del giorno, mantengono il fogliame verde più a lungo e in genere hanno meno problemi con le malattie delle foglie rispetto a quelle coltivate in pieno sole. Diversamente, le peonie erbacee amano molto di più il sole pieno e se hanno troppa ombra, rischiano di non fiorire affatto.

Una peonia rosa durante la fioritura.

Terra ed annaffiatura

Scegli poi un terreno ricco di proprietà nutritive e concimato con compost organico oppure con letame. La peonia ha bisogno di molta acqua, da aumentare come quantità man mano che le temperature esterne si alzano e man mano che la fioritura aumenta.

Come regolarsi quindi con le innaffiature? Il terreno non deve essere mai secco e, allo stesso modo, non devono formarsi ristagni di acqua. Infine, per far crescere rigogliosa una peonia, assicurati di potare la pianta per favorirne la fioritura; se poi vuoi raccogliere i fiori e mantenerli a lungo in vaso, aggiungi un po’ di aceto all’acqua: dureranno più a lungo!

Fioritura

Se proprio si vuole trovare un difetto alle peonie, è il fatto che fioriscono solo 2 mesi all'anno, ma data la loro bellezza possiamo perdonare anche questo vezzo.

Come ti dicevo, i fiori sbocciano tra aprile e inizio giugno a seconda della specie: in quelle arbustive solitamente la fioritura avviene in leggero anticipo, ma in ogni caso il risultato porterà a quelle bombe floreali che ti ho già descritto all'inizio, con moltissimi petali colorati che creeranno un colpo d'occhio fantastico.

Malattie e parassiti

Proteggi le tue peonie da afidi, coleotteri e bruchi con uno specifico insetticida. Tra le malattie più temute dalle peonie, guardati bene dalla muffa grigia, dal Mal bianco e dalla formazione di macchie piccole e gialle tipiche della Ruggine.

(Modificato da Alessandro Bai il 4-8-2021)