Piante da appartamento: rinvasale così una volta a casa

Saper rinvasare le piante d’appartamento è una buona pratica: potrai riempire casa tua di verde assicurandoti che le piante vivano a lungo.
Sara Polotti 17 Dicembre 2021

Quando acquisti delle piante d'appartamento, queste vengono vendute dentro a vasi in plastica piccoli e temporanei. Esatto, temporanei: anche se la tentazione è quella di tenere le piante al loro interno, evitando la seccatura di doverle rinvasare, il rinvaso è un'operazione necessaria per far sì che non muoiano e che vivano a lungo, depurando al meglio l'aria di casa tua dall'inquinamento domestico.

Non pensare tuttavia che sia un'operazione difficile: una volta che ci hai preso la mano diventa tutto molto semplice. Tieni sempre del terriccio a portata di mano, dei sassolini di argilla espansa e un semplice cucchiaio: quando porterai a casa una piantina nuova, avrai sempre l'occorrente per procedere al rinvaso senza troppi pensieri.

Occorrente

  • Una piantina nuova
  • Terriccio
  • Un cucchiaio
  • Dei sassolini di argilla espansa
  • Un vaso nuovo, in terracotta, più grande e con il piattino di scolo sotto

Procedimento

  1. Prepara il nuovo vaso: sceglilo più grande rispetto a quello in cui hai acquistato la pianta; meglio se è in terracotta. Riempi il fondo con uno o due centimetri di argilla espansa: eviterà il ristagno di acqua quando annaffierai la piantina.
  2. Prendi la piantina ancora nel vaso di plastica e afferra il tronco, saldamente. Con decisione, toglila dal vaso. Insieme a lei, estrarrai anche le radici e il terriccio.
  3. Pulisci le radici da buona parte del terriccio (non tutto), quindi infila la pianta nel nuovo vaso.
  4. Riempi il vaso, andando tutto attorno alle radici, di nuovo terriccio, aiutandoti con un cucchiaio.
  5. Compatta bene, ma non troppo, il terriccio in modo che la piantina stia in piedi da sola.
  6. Se vuoi, riempi anche la superficie del terriccio attorno al fusto di argilla espansa, per coprire il terriccio e assicurare umidità.