Popcorn beach: una meraviglia della natura che deve essere preservata

Clima perfetto e il blu dell’Oceano Atlantico non sono le uniche ragioni per visitare le Canarie. Queste isole nascondono infatti tanti tesori naturali, tra cui la Playa de Majanicho, soprannominata Popcorn Beach perché è il rifugio di tanti piccoli coralli bianchi che, erosi dalla forza delle onde, sono diventati del tutto simili ai famosi fiocchi di mais.
Giulia Dallagiovanna 7 Febbraio 2021

Un'intera spiaggia di popcorn bianchissimi. Sì, hai capito bene: popcorn. E non è un luogo immaginario, ma una meraviglia della natura che esiste davvero in uno degli arcipelaghi più belli al mondo, le Canarie. La Playa de Majanicho si trova per la precisione vicino a Corralejo, nell'isola Fuerteventura, e sta diventando la vera regina di Instagram grazie alla distesa di piccoli coralli bianchi che l'erosione dell'Oceano Atlantico ha prima reso simili a fiocchi di mais e poi spinto a riva. Da qui il nome con il quale tutti la conoscono: Popcorn Beach. L'unione di acqua, coralli e corre vulcaniche ci mostra ancora una volta come il nostro Pianeta ci abbia accolti con scenari incredibili che noi, spesso e volentieri, facciamo di tutto per distruggere.

Anche Popcorn Beach infatti è in pericolo. Dopo essere diventata la meta preferita degli Instagrammer di tutto il mondo, è stata letteralmente presa d'assalto dal turismo di massa. Naturalmente non c'è nessun problema se le persone la frequentano e ne ammirano la bellezza, postando anche scatti ironici e divertenti che questa ambientazione rende inevitabili. Il pericolo si manifesta quando subentra l'ignoranza: sono tantissimi ormai quelli che credono di non far nulla di male portandosi a casa un souvenir, prelevando cioè manciate di piccoli coralli dalla costa. Non solo, ma alcuni negozi locali stanno alimentando questo comportamento scorretto vendendo a loro volta piccole si questi popcorn. Il risultato? Ogni mese la spiaggia ne perde circa 10 chili. Tantissimi.

A causa dell'inciviltà dei turisti, ogni mese la spiaggia perde circa 10 chili di coralli

E ti renderai conto ancora di più di quanto sia sconsiderato un atteggiamento del genere, quando scoprirai che questi coralli sono dei veri e propri fossili, che impiegano circa 50 anni per formarsi. Le cose belle richiedono tempo. E rispetto.

Per sensibilizzare verso la preservazione di questi e altri tesori naturali delle Canarie, la Fondazione Telesforo Bravo-Juan Coello ha lanciato l'iniziativa Pasa sin Huella, ovvero "passa senza lasciare tracce". Insomma, ammira, fotografa fin che vuoi, ma lascia quel luogo nello stesso stato in cui lo hai trovato. Splendido e incontaminato.