Ripartono le adozioni di cani e gatti, ma soltanto (per il momento) nelle Marche e in Lombardia

Ripartono nelle Marche e in Lombardia le adozioni di cani e gatti: le adozioni saranno possibili, ovviamente rispettando tutti i protocolli di sicurezza decisi dal Governo.
Alessandro Artuso 12 maggio 2020

Con l'avvio della fase 2 ripartono, soltanto in alcune regioni, le adozioni degli amici a quattro zampe. Le strutture di accoglienza di cani e gatti rientrano nelle attività contrassegnate dal Codice Ateco 96.09.04 e quindi in alcune zone è già possibile adottare il tuo compagno o la tua compagna pelosa. Con due differenti provvedimenti la decisione di Marche e Lombardia diventa realtà: l'annuncio è stato diffuso anche dall'ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani).

Ripartono le adozioni

L'ordinanza della Regione Marche e quella della Regione Lombardia rappresentano un passo in avanti dopo le tante richieste fatte nelle settimane precedenti dalla Lav, ma anche da altre associazioni che difendono gli animali. Non vi sono ancora novità, invece, per quanto riguarda il ritiro di un cucciolo negli allevamenti: sono migliaia i piccoli che attendono di conoscere la loro nuova casa.

Ovviamente l'attività sarà garantita con distanziamento sociale e in assoluta sicurezza, nel pieno rispetto dei regolamenti del Governo. L'accesso ai canili, ai gattili o ai rifugi sarà quindi contingentato e possibile con appuntamento telefonico: tutto questo è stato deciso per evitare possibili assembramenti. Si tratta quindi di una novità che sicuramente ti farà piacere visto che sono sicuro che avrai voglia, dopo questo brutto periodo, di accogliere nella tua casa un nuovo amico.