Scoperta in Cina un’antica foresta nascosta: è dentro una voragine profonda 192 metri e potrebbe ospitare un tesoro di biodiversità

La maestosa foresta cresce sul fondo di una voragine profonda quasi 200 metri, ritrovata nella regione di Guangxi, territorio ricco di cavità carsiche naturali. Al suo interno, gli esploratori hanno trovato alberi molto antichi e pensano che possano abitarvi anche specie mai scoperte prima.
Martina Alfieri 23 Maggio 2022

In Cina, nella Contea di Leye, esiste un’area ricca di doline carsiche – profonde cavità naturali del terreno – che sono costantemente oggetto di studi ed esplorazioni. L’ultima grande voragine di questo tipo è stata scoperta nelle scorse settimane dall’Institute of Karst Geology del China Geological Survey: al suo interno cresce una foresta antichissima, con alberi che arrivano fino a 40 metri d’altezza.

Nella nuova dolina carsica ritrovata nella regione di Guangxi, nella Cina meridionale, potrebbe nascondersi un tesoro di biodiversità: secondo gli scienziati, infatti, la foresta scoperta sul fondo della voragine potrebbe ospitare animali e piante ancora sconosciuti. Tra le 30 voragini esplorate finora nella Contea di Leye, quella ritrovata all’inizio di maggio è la più grande: misura 306 metri di lunghezza, 150 metri di larghezza e 192 metri di profondità.

La notizia della scoperta è stata diffusa attraverso un comunicato dal governo della regione autonoma di Guangxi, a cui Zhang Yuanhai, ingegnere senior dell’Institute of Karst Geology ha raccontato che la voragine presentava tre grotte e una foresta primitiva ben conservata sul fondo, raggiunto dagli esploratori dopo ore di cammino.

"Non sarei sorpreso di sapere che in queste grotte si trovano specie che non sono mai state segnalate o descritte dalla scienza fino ad ora", ha detto al Guardian Chen Lixin, che ha guidato la spedizione. Oltre ad alberi altissimi e antichi, gli esploratori hanno incontrato un folto sottobosco, che arrivava all’altezza delle loro spalle, in cui si suppone possano abitare molte specie animali e vegetali.

Nel territorio della Cina meridionale è comune incontrare fenomeni geologici carsici. I paesaggi carsici hanno la caratteristica di essere attraversati e modellati dall’acqua, sia in superficie che nel sottosuolo. Secondo la Nasa, le montagne della provincia di Guangxi sono il miglior esempio asiatico di paesaggio ridisegnato dal “carsismo”. Piogge, corsi d'acqua di superficie e agenti atmosferici hanno eroso e trasformato nei secoli il paesaggio del Guangxi, dando origine anche alla gigantesca voragine appena scoperta e, di conseguenza, alla rigogliosa foresta primitiva.