Si lancia in mare e salva una balena: era un cucciolo rimasto intrappolato in una rete da pesca

Ha avuto tanto coraggio ed è riuscito a salvare una balena da una morte quasi certa. L’esemplare di oltre sei metri era rimasto incastrato in una rete: adesso, però, l’uomo rischia una multa salata per essersi introdotto in un’area vietata alla balneazione.
Alessandro Artuso 20 maggio 2020

Un uomo dal grande coraggio non ci ha pensato due volte e si è lanciato in mare aperto per aiutare una balena rimasta intrappolata in una rete. L'incredibile salvataggio, piuttosto rischioso per l'uomo, ma anche per l'esemplare, è avvenuto al largo della Gold Coast, zona a sud di Brisbane (Australia). Questo luogo è molto pericoloso a causa della presenza di grandi squali, ma questo non lo ha minimamente spaventato. Dopo aver salvato l'animale la Polizia ha aperto un'indagine sull'uomo che non avrebbe rispettato i limiti di balneazione imposti e quindi si sarebbe introdotto in un'area vietata.

Le immagini

Sui social sono state pubblicate le immagini del salvataggio. Purtroppo in queste reti terminano piccoli e grandi animali marini con terribili conseguenze, spesso anche mortali, per i malcapitati. La megattera di oltre 6 metri di lunghezza è un cucciolo che sarebbe morto in poco tempo senza l'aiuto del suo soccorritore. L'uomo si chiama Django ed è un sub che si trovava a bordo di un'imbarcazione.

Appena visto il pericolo si è lanciato in mare e ha liberato il cucciolo da una morte quasi certa. I momenti dei soccorsi sono stati ripresi da un drone che ha immortalato quegli istanti decisivi per la vita dell'esemplare. Per fortuna tutto si è concluso nel migliore dei modi e così l'animale ha ripreso il largo.

Rischia una multa salata

Ebbene sì, l'uomo autore del salvataggio rischia una multa. Ha salvato la balena, ma così facendo si è introdotto in un'area dove è vietata la balneazione e in cui ci sono delle barriere per evitare l'ingresso degli squali vicino la spiaggia.