Sprechi a tavola per Pasqua: i consigli da seguire per evitarli

Tra poco ci sarà il pranzo di Pasqua ed è bene evitare sprechi, soprattutto in un momento delicato come quello che tutti noi stiamo vivendo.
Alessandro Artuso 10 aprile 2020

Vivere la Pasqua con l'epidemia di Coronavirus in corso è un'esperienza che difficilmente dimenticherai. Non ritroverai la stessa atmosfera tipica di quando si riuniva tutta la famiglia, ma le tavole saranno comunque imbandite ed è quindi sempre necessario rispettare l'ambiente ed evitare sprechi. Soprattutto in un periodo come questo dove l'economia è letteralmente in ginocchio. A questo proposito l'app Too Good To Go ha offerto alcuni consigli per trascorrere il pranzo di Pasqua con maggiore consapevolezza sui consumi.

I consigli

Di sicuro al primo posto c'è la scelta di prodotti a chilometri zero che aiutino direttamente la tua comunità o comunque quella del tuo territorio. Altro elemento è il rispetto per l'ambiente evitando acquisti eccessivi e comprando soltanto ciò che necessario.

Qualora dovesse avanzare qualcosa, dai spazio a nuove ricette oppure congela il cibo avanzato, senza ovviamente alterare la genuinità del prodotto: nessuno spreco. Controlla la data di scadenza, quando acquisti il prodotto, per evitare di doverlo buttar via. Su alcuni di essi vi è la scritta "da consumarsi preferibilmente entro" e quindi toccherà a te valutare la qualità e il suo utilizzo.

È necessario, secondo l'app, dividere i cibi cotti da quelli crudi e posizionare gli alimenti che si consumano in pochi giorni davanti a tutti gli altri, in modo da vederli non appena si apre la porta del frigorifero. Quelli più delicati come frutta e verdura, invece, bisogna inserirli nei cassetti. Per quanto riguarda i formaggi freschi avvolgili nella pellicola trasparente. Gli stagionati, invece, necessitano di carta frigo.