Thailandia, quattro elefanti riconoscono la voce dell’uomo che li ha salvati e gli corrono incontro

Al grido di “Kham-Lha” quattro elefanti corrono incontro all’uomo che li ha salvati da maltrattamenti e sofferenze. L’incontro che si conclude con una sorta di abbraccio di riconoscenza dimostra la grande intelligenza di questi pachidermi e la veridicità della proverbiale “memoria da elefanti”.
Gaia Cortese 23 Dicembre 2020

È diventato virale il video che mostra quattro elefanti correre incontro a un uomo in una riserva in Thailandia, al richiamo "Kham-Lha". Le immagini riprese mostrano come gli elefanti riconoscono la voce dell’uomo che li ha salvati da maltrattamenti e sfruttamenti, occupandosi di loro.

D’altronde si dice spesso che gli elefanti sono animali con una memoria decisamente invidiabile. Ed è vero, perché questa specie animale può vantare un cervello molto grosso, il più grande tra tutti i mammiferi che vivono sulla terra.

Non solo. Gli elefanti sono estremamente intelligenti. Lo dimostra uno studio  intitolato “Elucidating the significance of spatial memory on movement decisions by African savannah elephants using state-space models” e pubblicato su Proceedings of the Royal Society-B. La ricerca ha analizzato lo spostamento degli elefanti nell’Etosha National Park, in Namibia, e ha rilevato come il branco sia in grado di spostarsi  rapidamente e in modo diretto verso le fonti d’acqua, scegliendo la via più breve (anche da grandi distanze che arrivano fino a 50 km) per raggiungere il bacino idrico più vicino.

Di certo non sono da meno gli elefanti asiatici e lo dimostrano questi esemplari dell’Elephant Nature Park, nella regione Chiang Mai del nord della Thailandia, un santuario per gli elefanti che vengono messi in salv0 da sofferenze e maltrattamenti.