Un angolo di natura da set cinematografico: perché vale la pena scoprire le Cascate di Monte Gelato

A un’ora di auto da Roma, ci sono delle cascate spettacolari che hanno ispirato le scenografie di numerosi film d’autore. Sono le cascate di Monte Gelato, custodite nel Parco Regionale Valle del fiume Treja.
Gaia Cortese • 23 Luglio 2021

In un paesaggio immerso nella natura caratterizzata da boschi di pioppi, olmi e salici, le Cascate di Monte Gelato sono una meta molto apprezzata per chi ama fare del trekking, più o meno impegnativo.

Si tratta di un luogo così particolare e suggestivo che non sorprende che abbia fatto da set cinematografico per le riprese di numerosi film, come "Storia di una capinera" o il "Don Chisciotte" di Orson Welles.

Questo angolo di paradiso si trova a circa un'ora di distanza dalla città di Roma, è semplice da raggiungere e soprattutto merita una gita fuori porta.

Le cascate di Monte Gelato

Storia

Immerse nella natura, le Cascate del Monte Gelato si trovano in un luogo permeato di storia antica. Le prime tracce che indicano che queste terre erano popolate risalgono al I secolo a.C., durante il periodo dell’Impero dell'imperatore Augusto. Sono stati ritrovati infatti resti di una villa romana di questa epoca, oltre a resti più recenti di un mulino ad acqua dell’Ottocento, e infine anche di un vecchio lavatoio.

Anche i borghi che si possono trovare nelle vicinanze delle cascate sono ricchi di storia. Calcata Vecchia, per esempio, è un paesino medievale arroccato sul tufo, che si caratterizza per le intime piazzette, i balconcini e gli archi ricoperti di piante rampicanti.

Mazzano romano invece è un borgo di origine falisca, una popolazione preromana, che dovette piegarsi alla potenza degli Antichi Romani, una volta assediata.

Sentieri

Le Cascate di Monte Gelato non sono però solo storia. Sono numerose le escursioni e i  percorsi di trekking che si possono percorrere nel Parco Regionale Valle del Treja. La maggior parte dei corsi percorribili a piedi costeggia, per l'appunto, il fiume, ma ce ne sono parecchi che si sviluppano lungo tratti che si addentrano maggiormente nella boscaglia. Il migliore consiglio è quello di consultare il sito dei Parchi del Lazio, per essere aggiornati sullo stato e la percorribilità degli stessi.

Da Mazzano Romano a Calcata

Il primo percorso adatto anche a chi non ha tanta esperienza di trekking alle spalle è quello che conduce da Mazzano Romano a Calcata, un paesino arroccato su una roccia che domina la valle. Da Mazzano puoi infatti scendere verso il vecchio lavatoio, proseguire verso destra fino ad arrivare al fiume Treja e costeggiarlo senza mai attraversarlo, ignorando il ponte di legno stile tibetano che si incontra lungo il tragitto. Si attraversa per un pezzo brevissimo la provinciale e poi si prosegue fino ad arrivare a Calcata. Questa passeggiata dura circa un'ora e mezza ed è quasi tutta pianeggiante.

Anello Calcata

Da Calcata Vecchia, scendendo verso il fiume Treja e risalendo attraverso i tornanti costeggiati dai noccioli, si può percorrere l’Anello Calcata, un percorso piuttosto facile, lungo poco più di 5 km da fare in un paio di ore al massimo.

Da Monte Gelato a Calcata

Da Monte Gelato a Calcata si può percorrere il sentiero più completo: 7 km da fare in circa 3 ore e mezza. Il tratto più impegnativo è quello che conduce da Monte Gelato a Mazzano, non solo perché è leggermente in pendenza, ma anche perché presenta diversi ruscelli da superare e il terreno non è così compatto.

La Via Narcense e i castelli

Uno dei percorsi più lunghi (12 km) è quello che parte da Calcata e permette di vedere i castelli lungo la Via Narcense. Il primo di questi è quello di Fogliano; poi, riprendendo la via, si scende nuovamente seguendo il tracciato principale, verso il fosso della Mola di Faleria e poi verso il corso del fiume Treja. Percorrendo un tratto asfaltato si raggiunge Civita Castellana, e da lì ci si può dirigere verso Castel Paterno.

Una location per i film

Le Cascate di Monte Gelato sono così suggestive che proprio qui sono state girate alcune scene di film molto conosciuti come "Per Grazia Ricevuta" con Nino Manfredi, "La Cieca di Sorrento" con Anna Magnani, "Trinità" con la mitica coppia formata da Bud Spencer e Terence Hill, il "Don Chisciotte" di Orson Welles, "Storia di una Capinera" e l'indimenticabile "Superfantozzi" con Paolo Villaggio.

Come arrivare

Le Cascate di Monte Gelato si trovano a meno di un’ora di distanza da Roma, all’interno dell’area protetta del Parco Regionale Valle del Treja, che si estende tra la località di Calcata, in provincia di Viterbo, e Mazzano Romano, in provincia di Roma.

In auto

In auto, se provieni da Roma percorri la Cassia bis Veietana fino al km 35, poi prosegui per Mazzano Romano. Continua per circa 4 km e poi svolta a destra, seguendo le indicazioni per le “Cascate di Monte Gelato”. Se invece provieni dalla A1 esci a Magliano Sabina e continua per la Flaminia verso Roma. Segui poi le indicazioni per Civita Castellana, Faleria e infine Calcata.

Con i mezzi pubblici

Le Cascate di Monte Gelato possono essere raggiunte anche con i mezzi pubblici, prendendo un bus che parte da Saxa Rubra/Via di Lepanto.