Un paese della Svezia si autoproduce l’energia che gli serve (e anche di più) grazie alle rinnovabili

Si chiama Simris, ha 200 abitanti e grazie a pannelli fotovoltaici e pale eoliche riesce a produrre tutta l’energia per soddisfare il bisogno dei propri abitanti, addirittura vendendo quella in esubero a un big energetico.
Sara Del Dot 21 Maggio 2021

Staccarsi completamente dalle reti nazionali di produzione e distribuzione di energia per andare avanti a vivere solo con le proprie forze e l’autoproduzione di elettricità e riscaldamento? Sembra impossibile eppure c’è chi c'è riuscito davvero. Addirittura vendendo il surplus a un big energetico per continuare a finanziare il proprio progetto e quindi garantire la propria indipendenza.

Si chiama Simris, è un piccolo paese nel sud della Svezia, poco distante dal mar Baltico, che da un po’ di tempo ha scelto di staccare la spina dalla rete elettrica nazionale dedicandosi all’auto produzione di energia pulita, sfruttando la forza del vento e la luce del sole.

In sostanza, come raccontato da Bloomberg, i 200 abitanti di Simris beneficiano dell’energia che essi stessi producono grazie all’installazione di pannelli solari su tutti i tetti delle abitazioni, la cui energia viene poi immagazzinata in batterie grandi come freezer che si trovano in ogni casa, ma anche rendendo le abitazioni molto più efficienti con nuove porte e finestre che non lasciano passare gli spifferi, quindi impedendo al calore o al fresco di entrare o uscire evitando sprechi di energia.

In pratica, potenzialmente la spesa dedicata all’energia durante i mesi estivi potrebbe essere nulla, accompagnata da una grande consapevolezza in termini di utilizzo e consumo di energia nell’ambiente domestico.

L’esperimento di Simris è talmente riuscito che la produzione di energia pulita è arrivata a superare il consumo da parte degli abitanti. Così il paese vende il proprio surplus al gigante energetico E.On, lo stesso che ha avviato il progetto della comunità autosufficiente grazie a un incentivo da parte dell’Unione europea.

La stessa Unione Europea che, sulle rinnovabili, punta molto per raggiungere la decarbonizzazione tanto auspicata eppure ancora lontana, grazie anche al pacchetto per l'energia pulita per tutti gli europei (Clean energy for all Europeans package).

Un esempio, quello di Simris, che potrebbe essere presto replicato da altre comunità europee nel tentativo di decentralizzare la produzione e distribuzione energetica, rendendo le varie realtà capaci di provvedere a se stesse e anzi aiutandosi l'un l'altra.