Un weekend in una capanna a zero impatto ambientale: l’esperienza unica di un’oasi WWF

Riconoscere i versi degli animali e i rumori del bosco, immersi nel buio totale. Non c’è infatti elettricità, e quindi luce, nella capanna a zero impatto ambientale della Riserva Naturale Regionale e oasi WWF dei Ghirardi, ma la bellezza sta tutta qua: dimenticarsi per una notte di vivere nel ventunesimo secolo.
Gaia Cortese 2 Luglio 2021

Senza elettricità, senza telefono. In una capanna sospesa tra gli alberi, immersi nel silenzio del bosco, in ascolto solo della natura. Un’esperienza unica che si può vivere nella Riserva Naturale Regionale e oasi WWF dei Ghirardi, nell’alta Val Taro sull’Appennino parmense.

Qui si trova una capanna a zero impatto ambientale, rispettosa dell’ambiente ed ecologica sotto tutti gli aspetti. Si dorme a 4 metri di altezza su brande e sacchi a pelo e c’è solo una piccola stufa per riscaldare l’ambiente. Sotto la capanna c’è una zona attrezzata per il bivacco con una scorta di acqua potabile, mentre il bagno è una piccola e accogliente compost toilette tra gli alberi del bosco. Le stoviglie utilizzate per pranzo e cena non si lavano in un normale sciacquatoio da cucina, ma con la cenere riciclata dalla stufa a legna per non avere alcun impatto ambientale sul territorio.

Non è una novità che, soprattutto nella bella stagione, numerose riserve naturali organizzino eventi e attività per permettere a chi lo desidera di immergersi nella natura, lontano dai rumori e dalla vita caotica delle città, ma l’esperienza di dormire una notte in una capanna sospesa tra le fronde degli alberi le supera un po’ tutte.

Tra luglio e agosto è possibile prenotarsi per farlo sul sito dell’associazione Io non ho paura del lupo, che da diversi anni si occupa della tutela e del monitoraggio del lupo sul territorio italiano, ma anche della conservazione della pastorizia e delle modalità di allevamento più sostenibili e rispettose dell’ambiente. Pertanto, è già possibile diventare soci e prendere parte a questa avventura tra i boschi, già a partire dal prossimo weekend, in perfetto stile Indiana Jones