A Bressanone posizionate 4 arnie sul tetto di un ufficio: sarebbe bello se ciò accadesse in tutte le città

È da poco passata la giornata mondiale delle api, ma l’attenzione verso questi esemplari deve rimanere sempre viva, ogni giorno che passa. A Bressanone hanno pensato bene di fare qualcosa che rispetta l’ambiente e gli animali.
Alessandro Artuso 21 maggio 2020

Le nostre api sono sempre al centro di progetti che vogliono salvaguardare la loro vita e il processo di produzione del miele. Come ben saprai, proprio ieri 20 maggio abbiamo celebrato la Giornata mondiale delle api, ma l'attenzione verso questi animali deve continuare ogni giorno. La Brixen – Bressanone, che si occupa di attività, eventi, cultura e informazioni turistiche, ha omaggiato questi esemplari fondamentali per l'intero ecosistema.

L'iniziativa della società cooperativa è il posizionamento di 4 arnie sulla terrazza dell'ufficio, grazie al supporto del personale specializzato nella loro cura attenta e quotidiana. Un progetto dal gran significato che mostra i collaboratori, attivi ormai da settimane, intenti nel lavorare a stretto contatto con le api.

Le immagini

Popolare il centro di Bressanone, in provincia di Bolzano, con sempre nuove arnie è soltanto l'inizio di un progetto. L'idea sarebbe quella di estendere questo progetto in tantissimi altri luoghi in modo da offrire sempre nuovi spazi per le api.

In questo caso specifico sarà possibile monitorare cosa stanno facendo le api grazie a una webcam posizionata sul tetto: conoscere le attività di questi esemplari, e i lavori che fa ogni giorno un apicoltore, è importante per il futuro delle specie.

Il commento di Costa

Anche il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, ha mostrato su Facebook le arnie che si trovano sul terrazzo del Comando dei Carabinieri forestali di Roma. Lo stesso Costa ha invitato tutti a quanti a offrire il proprio contributo: "Chiedo a Ministeri, Regioni e Comuni di mettere sui tetti delle arnie, dove ovviamente possibile. Questo sarebbe di grande aiuto per le api che sono fondamentali bioindicatori, ma anche per la produzione del miele".