Abbassare il termostato è un’ottima idea: a te sembra “solo” un grado in meno, ma i benefici sono tantissimi

Il risparmio è notevole sia in termini economici, sia per quanto riguarda il fattore ecologico. Ecco perché quest’inverno dovremmo tutti abbassare di un grado il riscaldamento domestico.
Sara Polotti 4 Ottobre 2022

La temperatura ideale, naturalmente, varia da situazione a situazione, ma le persone in buona salute possono stare tranquille: non serve tenere i caloriferi troppo accesi e la temperatura altissima per stare bene. Solitamente, tenere il termostato a questa temperatura è ideale, perché non fa male né alla salute né all'ambiente.

Ma se in generale non ti garba l'idea di stare "al freddo" (anche se non si tratta per niente di temperature fredde!), sappi che anche solo abbassare di un grado la temperatura che tieni in casa in inverno fa la differenza.

La percezione non cambierà di molto, ma i benefici in bolletta e nei confronti dell'ambiente non sono di poco conto. E ora te li spieghiamo bene.

Il risparmio per l'ambiente

Abbassare la temperatura del termostato e dei caloriferi di un solo grado significa, di fatto, ridurre il consumo del gas, evitando non solo un eccesso di combustione e di produzione di CO2, ma anche di estrazione del materiale, operazione che richiede moltissima energia (e ce ne stiamo rendendo conto in questi tempi di razionamento ed emergenza).

Più o meno, si ipotizza che un grado in meno in casa si traduca in circa 80 metri cubi di gas in meno lungo tutta la stagione.

Il risparmio in bolletta

Oltre ai benefici ambientali che riguardano la sostenibilità di questa scelta, tenere un grado in meno in inverno ha chiaramente risvolti positivi anche per il portafoglio, soprattutto alla luce dei recenti rincari e del costo delle materie prime in questo periodo di crisi energetica.

Abbassare di un grado il termostato, infatti, permetterebbe in media di risparmiare circa 110 euro, poiché – secondo le stime dell'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea) – si ridurrebbero i consumi di gas di circa 82 metri cubi. Un risparmio, quindi, di più del 10% (secondo la media dei prezzi in vigore nell'inverno 2022).

Quale temperatura tenere?

Ma quindi che temperatura è corretto mantenere in casa durante l'inverno? Secondo gli ultimi consigli diramati da Enea è possibile arrivare fino a 19 gradi senza problemi.

Invece dei classici 20 gradi centimetri, quindi, l'ideale è impostare al massimo a 19 gradi nella zona giorno, abbassando di un ulteriore grado nella zona notte.