Attenta al sole in estate: ecco quali sono i cosmetici che provocano reazioni allergiche della pelle?

Allergie, vescicole, macchie solari ed eruzioni cutanee. Sono le reazioni avverse più comuni che può provocare un prodotto cosmetico fotosensibilizzante in seguito a un’esposizione al sole. Attenzione quindi a profumi e oli essenziali, e a tutti prodotti che contengono acidi AHA e BHA.
Gaia Cortese 14 Maggio 2021

Con l'estate ormai alle porta, una delle prime cose a cui si pensa è acquistare un po' di colorito esponendosi al sole. Se utilizzare una crema solare ad alta protezione è ormai una raccomandazione acquisita, forse ancora non sai che allo stesso tempo dovresti fare attenzione ad alcuni cosmetici che possono scatenare delle reazioni dell'epidermide, se esposta al sole.

Va subito fatta chiarezza nel distinguere i prodotti cosmetici fotosensibili da quelli fotosensibilizzanti.

I cosmetici fotosensibili sono quelli che rischiano di deteriorarsi, danneggiarsi e perdere le loro caratteristiche se vengono a contatto con la luce solare. I cosmetici fotosensibilizzanti, invece, dovrebbero preoccuparti di più, perché possono scatenare reazioni avverse dell’epidermide, e per questo motivo, non andrebbero mai usati se hai intenzione di esporti al sole.

Anche i profumi, per la loro composizione, possono scatenare reazioni fototossiche e fotoallergiche e far comparire sulla pelle delle macchie, comunemente chiamate macchie solari.

Attenzione anche all’uso di alcuni oli essenziali, nello specifico quelli agrumati come il limone, il mandarino, la verbena, l’arancio, e soprattutto il bergamotto: possono, infatti, provocare reazioni irritative o allergiche alla pelle esposta al sole.

Nella maggior parte dei prodotti di bellezza sono presenti poi degli acidi, suddivisi in acidi alfa-idrossiacidi e acidi beta-idrossiacidi: quali sono le differenze?

Gli acidi alfa idrossiacidi sono sostanze utilizzate per esfoliare e levigare la pelle, oltre che per stimolare la produzione di collagene. Tra questi acidi, per esempio, ti sarà capitato di sentir parlare dell’acido glicolico usato nelle creme per contrastare l’invecchiamento cutaneo e la comparsa di macchie, oppure dell’acido mandelico usato nei peeling per esfoliare anche le pelli più sensibili.

Tra i beta-idrossiacidi invece, è facile sentire nominare l’acido salicilico, comunemente utilizzato per combattere gli esiti di acne.

Sia gli alfa idrossiacidi che i beta idrossiacidi non sono né fotosensibili né fotosensibilizzanti, ma lavorano eliminando lo strato superiore dell’epidermide, un naturale meccanismo di difesa dagli agenti esterni e quindi anche dal sole. Per questo motivo, la raccomandazione per l'estate è quella di usare questi cosmetici solo la sera e mai prima di esporsi ai raggi solari.