Che cos’è il kefir d’acqua e quali sono le sue proprietà?

Il kefir d’acqua è una bibita effervescente, molto ricca di probiotici e dal gusto gradevole, perché aromatizzata con la frutta. Puoi acquistarlo pronto o provare a farlo tu, a casa, dopo aver letto tutte le proprietà nutrizionali.
Valentina Rorato 7 Febbraio 2022
* ultima modifica il 29/01/2023

Il kefir d’acqua è  una bevanda probiotica delicatamente fermentata destinata sia a idratare e a dissetare sia a rispondere alle esigenze della flora intestinale. Ma come si preparare e quali sono i suoi benefici? E soprattutto che differenza c'è con il latte di kefir?

Cos'è

Il kefir d'acqua è una bevanda fermentata naturalmente frizzante, simile al kombucha.  È ricca di probiotici, quindi è ottimo per la salute dell'intestino. Tradizionalmente, nasce come bibita a base di latte(di vacca, capra o pecora) nelle montagne del Caucaso. Non è frutto delle mode del momento, perché pare essere in circolazione dal 1800.

Quando si tratta di gusto e consistenza, ricorda lo yogurt magro (o una sorta "soda al latte" come alcuni lo descrivono) e per questo molti aggiungono il kefir di latte al pane a lievitazione naturale, come sostituto del latticello nella cottura e nelle zuppe . Mentre il kefir di latte è ancora comune oggi, soprattutto in alcune parti dell'Europa orientale e dell'Asia, sta diventando davvero popolare il kefir d'acqua.

I benefici

Il kefir d'acqua pare racchiudere numerosi benefici per la salute. Prima di tutto, come abbiamo detto all’inizio, è ricco di probiotici, importanti sia per la flora intestinale sia per il sistema immunitario. Inoltre, può contenere vitamine A, B2, B12, D e K.  Poiché il kefir d'acqua è privo di caffeina, latticini, glutine e povero di zuccheri, quasi tutti possono berlo. Anche i bambini (se non è alcolico).

Come si fa

Per fare il kefir di acqua hai bisogno di pochi ingredienti. Devi aggiungere quella che viene chiamata scoby, ovvero coltura simbiotica di batteri e lieviti, noti anche come grani di kefir, nell'acqua leggermente zuccherata o meglio ancora in succhi di frutta fatti in casa e diluiti in acqua. Devi sapere che i grani metabolizzano lo zucchero in batteri buoni, quindi è vero che un po’ di zucchero c’è, ma è anche vero che quello che resta nel prodotto finale è davvero pochissimo. Ricorda poi un altro fattore: i grani per il kefir d’acqua sono diversi da quelli per il kefir di latte.

Il gusto è più piacevole rispetto a quello al latte. È più leggero e più gustoso del kombucha. Inoltre, puoi personalizzarlo, usando per esempio la limonata ai mirtilli, la limonata alla pesca, alla fragola o il succo diluito di mirtillo rosso con i chicchi di melograno, come liquido per i grani. Regolando così il sapore sarà più piacevole consumarlo.

La ricetta

Ingredienti

  • 1 l d'acqua
  • 50 grammi di zucchero di canna non raffinato
  • 2 cucchiai di grani di kefir d'acqua
  • 1 fico secco
  • ½ lime
  • 250 ml di succo di frutta (gusto a scelta)

Preparazione

Porta a ebollizione 250 ml di acqua a fuoco medio-alto, quindi aggiungi lo zucchero finché non si scioglie. Versa l'acqua zuccherata in un barattolo di vetro, poi aggiungi il resto d’acqua fredda. Lascia raffreddare l'acqua zuccherata a temperatura ambiente.

Incorpora i grani di kefir d'acqua nel liquido che hai preparato. Immergi il fico e il lime. Lascia in coltura almeno 24 ore (fino a un massimo di 72 ore).  Filtra il kefir attraverso un colino ed elimina gli scarti del fico e del lime. Conservare i grani di kefir scolati in acqua zuccherata in frigorifero fino a 2 settimane. A questo punto puoi servire la tua bibita oppure continuare la fermentazione.

Per la fermentazione di secondo grado, versa il succo di frutta nel kefir. E poi versa il kefir aromatizzato in bottiglie, che devono essere sigillate e lasciate riposare per 18-24 ore. Trasferisci poi le bottiglie di kefir d'acqua in frigorifero per 3 giorni per permettere alle bolle di rapprendersi. Apri con cura sopra un lavandino, poiché il liquido nella bottiglia è sotto pressione e quando rilasci il sigillo, essendo frizzante, potrebbe fare schiuma.

Fonte | Humanitas

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.