Come coltivare la salvia in vaso e in terra

La salvia è una pianta perenne, resistente e facile da coltivare. Devi solo procurarti un vaso molto capiente, concimare la pianta in autunno e innaffiarla poche volte perché teme i ristagni di acqua. E non metterla mai vicino ad un rosmarino.
Gaia Cortese 30 settembre 2019

Una pianta di salvia non può proprio mancare sul balcone di casa. E posso darti cinque motivi per convincerti. È una pianta aromatica dal profumo inebriante e piacevole. Può essere utilizzata in numerose ricette in cucina e vale la pena averla sempre a disposizione. È esteticamente molto bella da vedere. Può essere utilizzata anche per preparare e tisane e decotti, infatti, grazie al suo olio essenziale, ha proprietà digestive, espettoranti e antinfiammatorie. È resistente e facile da coltivare, quindi adatta anche a chi non ha proprio il pollice verde.

Come coltivare la salvia in vaso

Se hai acquistato una piantina di salvia, la prima cosa da fare arrivando a casa è provvedere quanto prima alle operazioni di rinvaso, per evitare alla pianta qualsiasi sofferenza. La salvia necessita una terra asciutta e calcarea perché è una pianta di tipo mediterraneo, e ha bisogno di un vaso largo, con una profondità di 30-40 cm, perché necessita di molto spazio a causa delle sue radici molto lunghe. Posizionala in una parte del balcone o del terrazzo ben soleggiata e riparata dal vento e fai in modo di non innaffiarla troppo, perché teme i ristagni idrici. È una pianta che dura nel tempo, ma è meglio rinnovare le piante ogni tre o quattro anni, perché le foglie potrebbero diventare più coriacee e meno profumate. Ricordati anche di concimarla, meglio se in autunno; per quanto riguarda la potatura invece, la salvia si taglia solo quando diventa troppo ingombrante.

Come coltivare la salvia in terra

Se hai deciso di piantare la salvia in un orto, devi sapere che questa pianta aromatica si adatta abbastanza ad ogni tipo di terreno, ma preferisce quello più asciutto e calcareo e non ama quello troppo compatto e argilloso. Vuoi far nascere delle piantine di salvia dal seme? Sappi che è un’operazione piuttosto lenta; avendo una bassa germinabilità dovresti come prima cosa abbondare con i semini nelle vaschette, mettere tutto in semenzaio a inizio primavera e trapiantare a maggio nella terra dell’orto. Meglio optare per la moltiplicazione di questa erba aromatica per talea, oppure dividere il cespo di una pianta sradicata. E fai attenzione anche a non piantare mai la salvia vicino al rosmarino, perché queste due aromatiche non amano crescere insieme.