Come cucinare le melanzane senza buttare via niente

Due ricette facili, facili, la melanzana ripiena e la melanzana a lunette, per portare in tavola questo ortaggio di stagione con pochi altri ingredienti.
Gaia Cortese 5 novembre 2019

Regina della caponata e della parmigiana, la melanzana è in assoluto uno degli ortaggi di stagione più saporiti. Ecco un paio di ricette, facili da preparare, che ti permettono anche di non sprecare nulla di questo ortaggio tpicamente estivo.

Melanzane a lunetta

Ingredienti:

  • una melanzana
  • mozzarella
  • un pomodoro
  • prosciutto crudo
  • pesto

Procedimento
Utilizza due mestoli per tenere ferma la melanzana e tagliala a ventaglio. Con un pennello stendi un velo di pesto passandolo un po’ anche tra le fessure. Taglia a fettine la mozzarella e il pomodoro e inserisci nella melanzana un po' di prosciutto cotto. Metti la melanzana in una teglia e inforna alla temperatura di 175°C (forno statico) per circa 4o minuti. Una volta sfornata la melanzana, aggiungi ancora un po' di pesto e porta in tavola.

Melanzane ripiene

Ingredienti:

  • una melanzana
  • olio
  • sale
  • 2 spicchi di aglio
  • 250 gr riso
  • 100 gr di Parmigiano Reggiano
  • una passata di pomodoro
  • mozzarella
  • basilico

Procedimento
Inizia tagliando a metà la melanzana e ad estrarne la polpa. Inumidisci con un po’ di olio (aiutati con un pennello da cucina) e aggiungi un pizzico di sale. Poi, inforna a 180°C per 40 minuti.

A parte inizia a preparare il riso. Taglia poi la melanzana a cubetti e cuocila per circa 15 minuti in una padella dove avrai fatto già rosolare 2 spicchi di aglio in un filo di olio.

Prepara il sugo al pomodoro, aggiungilo al riso pronto e, quando i cubetti di melanzana saranno pronti, aggiungi anche quelli senza dimenticarti un’aggiunta di Parmigiano.

Una volta cotte le melanzane tirale fuori dal forno e riempile con il ripieno appena preparato. Aggiungi qualche cubetto di mozzarella e ricopri con altro riso e una spolverata di parmigiano. Inforna di nuovo per 10 minuti a 180°C e poi servi in tavola  ancora caldo con un paio di foglie di basilico.